Novità fiscali del 15 settembre 2008: nullo il compenso determinato solo dagli amministratori e non con specifica delibera societaria; federalismo fiscale: se ne parla oggi a Bari alla Fiera del Levante; credito Visco Sud: esauriti i fondi;


 






 


Indice:


 


1) Fisco federalismo fiscale: Progetto da attuare


 


2) E’ nullo il compenso determinato in via autonoma dagli amministratori


 


3) Credito Visco Sud: Esaurite le risorse finanziarie


 


4) Federalismo fiscale: Convegno delle Entrate


 


5) Studi di settore: Modelli di programmazione matematica


 


6) Brevi fiscali


 


 


1) Federalismo fiscale: Progetto da attuare


E’ stata resa nota il 11/09/2008 la bozza approvata dal Consiglio dei ministri riguardo al federalismo fiscale.


L’approvazione definitiva seguirà in seguito.


Il Governo avrà due anni di tempo per dare attuazione alla delega prevista dallo schema di disegno legge sul federalismo fiscale.


La nuova bozza messa a punto dal Ministro ha elevato il tempo per l’attuazione della delega dai 6 mesi della bozza precedente a 24 mesi.


Nell’art. 22, relativo alla salvaguardia finanziaria, il testo prevede che i decreti attuativi individuino “meccanismi idonei ad assicurare che le maggiori risorse finanziarie rese disponibili a seguito della riduzione delle spese determinino una riduzione della pressione fiscale dei diversi livelli di governo”.


(Comunicato stampa Consiglio dei ministri 11/09/2008, n. 16)


 


 


2) E’ nullo il compenso determinato in via autonoma dagli amministratori


La remunerazione degli amministratori delle società di capitali deve essere determinata con una specifica delibera societaria.


Lo ha stabilito la Corte di Cassazione, con la sentenza 29 agosto 2008, n. 21933.


La Suprema Corte ha, in particolare, sostenuto la nullità degli atti di autodeterminazione dei compensi da parte degli amministratori qualora sia avvenuta in violazione dell’art. 2389 del c.c..


La natura imperativa e inderogabile di tale norma è collegata al principio di pubblico interesse al regolare svolgimento dell’attività commerciale e industriale del Paese.


L’approvazione dei compensi degli amministratori contestualmente al bilancio è legittima nel solo caso in cui si provi che l’assemblea vi abbia provveduto in maniera espressa dopo aver licenziato il rendiconto.


(Corte di Cassazione, con la sentenza 29 agosto 2008, n. 21933, Notiziario Seac del 12/09/2008)


 


 


3) Credito Visco Sud: Esaurite le risorse finanziarie


Finiti i fondi, niente bonus per chi ha speso dopo il 2/6/2008.


Il Centro Operativo di Pescara, inviando la ricevuta di “Diniego del nullaosta alla fruizione del credito”, per esaurimento delle risorse finanziarie, ha ufficialmente confermato alle imprese che hanno presentato domanda, che non è più possibile usufruire del credito d’imposta previsto per gli investimenti realizzati nel Mezzogiorno.


Pertanto, le imprese che hanno presentato domanda per l’agevolazione cosiddetta “Visco Sud” ed hanno iniziato gli investimenti in data successiva al 2 giugno 2008, sono escluse dal beneficio per mancanza di fondi, nonostante sul sito Internet dell’Agenzia delle entrate sia ancora disponibile, alla data attuale, il modello per presentare nuove domande per l’accesso al credito d’imposta.


Credito d’imposta per le imprese del Mezzogiorno:


 il credito d’imposta per le imprese del Mezzogiorno, nella sua versione per il periodo 2007-2013, era stato introdotto perla prima dalla legge finanziaria per il 2007.


La sua effettiva operatività si era fatta però attendere a lungo, principalmente per i notevoli ritardi generati dalla necessità di ottenere apposita autorizzazione in sede europea.


Infatti, solamente a gennaio 2008 era giunto il via libera della Commissione europea all’attuazione dello strumento, dopo alcune correzioni allo strumento apportate a seguito dei dubbi sollevati dagli uffici della Ue.


Il D.L. n. 97 del 3 giugno2008 ha diviso in due tronconi le istanze, privilegiando chi aveva già avviato l’investimento alla data del 2 giugno 2008 e mettendo in coda coloro che ancora dovevano avviarlo.


(Di Roberto Lenzi in Italia Oggi del 12/09/2008)


 


 


4) Federalismo fiscale: Convegno delle Entrate


Federalismo Fiscale: il 15 settembre convegno alla fiera del Levante Partecipano Fitto, Vendola, Befera e Siciliotti


Il federalismo fiscale sarà al centro del convegno che si terrà il 15 settembre a Bari


nell’ambito della Fiera del levante nella Sala Spazio 7.


All’iniziativa, organizzata da


Direzione regionale della Puglia dell’Agenzia delle Entrate, Consiglio nazionale dei


dottori commercialisti e degli esperti contabili e Ordine dei dottori commercialisti e


degli esperti contabili di Bari, interverranno, tra gli altri, il Ministro per gli Affari regionali e le Autonomie Locali, Raffaele Fitto, il Presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, il Direttore dell’Agenzia delle Entrate, Attilio Befera e il Presidente del Consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili, Claudio


Siciliotti.


Federalismo fiscale, Tremonti non sarà presente  al convegno del 15 settembre a Bari


Il Ministro dell’Economia e delle Finanze, Giulio Tremonti, non sarà presente al convegno dal titolo “Le recenti misure tributarie nella prospettiva del federalismo fiscale” organizzato per il 15 settembre 2008 a Bari, in occasione della Fiera del Levante.


La partecipazione del Ministro, infatti, è stata inserita nella locandina per un errore.


(Agenzia delle Entrate, comunicato stampa del 12/09/2008)


 


 


5) Studi di settore: Modelli di programmazione matematica


Lo Studio di settore utilizza un modello statistico di regressione lineare multipla, calibrato in fase di creazione o evoluzione dello Studio a partire dai dati sul ricavo e sulle variabili contabili e strutturali x = (xc, xs) dichiarate dai contribuenti.


Le tipologie di contribuenti vengono suddivise per gruppi o cluster e, semplificando un po’ la procedura effettiva, la funzione di ricavo puntuale per il gruppo j-esimo viene calcolata come prodotto di un vettore di coefficienti per un vettore derivato dalle variabili contabili e strutturali che compaiono nei quadri


Il software Ge.Ri.Co. 2008


La componente informatica degli Studi di settore, che viene espressa attraverso la realizzazione del’applicativo Ge.Ri.Co. (Gestione dei Ricavi e Compensi), rappresenta una ulteriore dimensione degli Studi.


(Analisi del 12/09/2008 sugli studi di settore di Vincenzo Adamo Ufficio procedure automatizzate D.C. Accertamento Agenzia delle Entrate )


 


 


6) Brevi fiscali






 


– S.p.A. miste: Negato il recupero degli aiuti de minimis


“È illegittimo l’atto di comunicazione-ingiunzione con cui l’Amministrazione finanziaria procede al recupero degli aiuti de minimis fruiti (in termini di esenzione d’imposta) da una società costituita a prevalente capitale pubblico per il servizio di raccolta rifiuti.
La Commissione europea ha dichiarato tali regimi agevolativi aiuti di Stato incompatibili con il mercato comune.


Tuttavia, l’Ufficio è fuori termini da qualsiasi azione accertatrice, essendo spirato il termine quadriennale dall’esercizio di riferimento.


Inoltre, anche supposto un sopravveniente diritto comunitario successivo ai periodi di cui la società ha fruito dell’esenzione d’imposta de minimis, una norma non può essere applicata contro il principio generale del diritto costituzionalmente garantito di vigenza ratione temporis.”


(Commissione tributaria provinciale Savona, Sentenza, Sez. V, 30/06/2008, n. 285, in Notiziario Ipsoa del 12/09/2008)


 


– Mancata notifica dell’atto di classamento immobili


Nel caso in cui l’atto di classamento e le relative rendite catastali non siano state notificate o comunicate al contribuente – al quale, invece, sia stato notificato solo l’avviso di liquidazione ICI – lo stesso può fare valere le contestazioni relative al classamento e/o all’attribuzione della rendita nella stessa causa di impugnazione dell’avviso di liquidazione.


Peraltro, anche nel processo tributario trova applicazione il disposto della legge n. 742/1969 in materia di sospensione feriale dei termini processuali.


(Commissione tributaria regionale Piemonte, Sentenza, Sez. XXV, 08/07/2008, n. 19, in Notiziario Ipsoa del 12/09/2008 )


 


 


 


 _______________________________


A cura di Vincenzo D’Andò


 


Partecipa alla discussione sul forum.