Novità fiscali del 5 giugno 2008. In evidenza: dichiarazioni 730, 770 e UNICO: il D.L. di proroga; appalti: abrogate le disposizioni relative alla responsabilità solidale tra appaltatore e subappaltatore; aggiornato il Software per compilare la dichiarazione Unico PF 2008

Indice:   1) Corte di Cassazione: Per l’iscrizione del socio decide l’INPS   2) Codice doganale comunitario   3) Provvedimenti in Gazzetta Ufficiale – Dichiarazioni – 730, 770 e UNICO: in vigore il D.L. di proroga   4) Appalti: Abrogate le disposizioni relative alla responsabilità solidale tra appaltatore e subappaltatore   5) Salute e sicurezza […]






Indice:


 


1) Corte di Cassazione: Per l’iscrizione del socio decide l’INPS


 


2) Codice doganale comunitario


 


3) Provvedimenti in Gazzetta Ufficiale – Dichiarazioni – 730, 770 e UNICO: in vigore il D.L. di proroga


 


4) Appalti: Abrogate le disposizioni relative alla responsabilità solidale tra appaltatore e subappaltatore


 


5) Salute e sicurezza nei luoghi di lavoro: Slittano al 1° gennaio 2009 alcuni obblighi


 


6) Visco-Sud: Disposizioni per garantire il monitoraggio e la trasparenza


 


7) Studi di settore: In arrivo 81mila lettere a contribuenti “anomali”


 


8) Modello F23 – Istituzione di sub codici per i versamenti alla Regione Sicilia


 


9) Aggiornato il Software per compilare la dichiarazione Unico PF 2008


 


 


1) Corte di Cassazione: Per l’iscrizione del socio decide l’INPS


La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 13215 del 22/5/2008, ha stabilito che si applica anche al socio di S.r.l. che eserciti attività commerciale nell’ambito della società e contemporaneamente attività di amministratore unico, la regola secondo la quale i soggetti che esercitato contemporaneamente in una o più imprese, varie attività assoggettabili a diverse forme di assicurazione obbligatoria per l’invalidità, sono iscritti nell’assicurazione prevista per l’attività alla quale gli stessi dedicano personalmente la loro opera professionale in misura prevalente.


In questo caso, la decisione spetta all’INPS nel rispetto della prevalenza, con applicazione della contribuzione sui redditi prodotti con le varie attività autonome contemporanee.


(Corte di Cassazione, sentenza n. 13215 del 22/5/2008, in Seac del 04/06/2008)


 


 


2) Codice doganale comunitario


E’ stato istituito il “Codice doganale comunitario”, disponibile sul sito www.finanze.it.


Ciò al fine di riunire l’attuale normativa doganale in un codice doganale comunitario per la facilitazione del commercio legale e la lotta antifrode, nell’interesse sia degli operatori economici sia delle autorità doganali della Comunità.


(Regolamento CE 23/04/2008, n. 450/2008, G.U.U.E. 04/06/2008, n. L 145)


 


 


3) Provvedimenti in Gazzetta Ufficiale:


 






– Dichiarazioni – 730, 770 e UNICO: in vigore il D.L. di proroga


È in Gazzetta Ufficiale il D.L., approvato dal Consiglio dei Ministri del 3/05/2008, recante disposizioni urgenti in materia di monitoraggio e trasparenza dei meccanismi di allocazione della spesa pubblica, nonché in materia fiscale e di proroga di termini.


Sono stati differiti per il 2008 i termini per la trasmissione telematica delle dichiarazioni delle dichiarazioni dei redditi.


Infatti, sono prorogate al 10 luglio 2008 sia le scadenze per l’invio del modello 730/2008 da parte di Caf-dipendenti e dei professionisti abilitati (prima previsto entro il 25/06/2008), sia la presentazione per il modello 770/2008 semplificato, mentre la presentazione del Modello Unico 2008 (PF, SC, SP, ENC) è passata al 30 settembre 2008 (dalla scadenza originaria prevista entro il 31/07/2008).


Lo slittamento delle scadenze si trascina, a catena, una raffica di proroghe, a partire da quella relativa alla richiesta di fruizione del bonus di 150 euro per le famiglie numerose.


Infatti, la norma prevede infatti che la presentazione del modello rientri negli stessi termini della dichiarazione dei redditi relativa al 2007.


Passa, inoltre, dal 31 luglio 2008 al 30 settembre 2008 anche il versamento della prima rata, pari al 40%, dell’imposta sostitutiva per l’estromissione dei beni immobili strumentali dal patrimonio dell’impresa.


Stessa scadenza anche per la dichiarazione Ici, che deve essere presentata in alcuni casi di variazione degli immobili, e per la regolarizzazione dell’imposta comunale relativa al 2007, nell’ipotesi in cui non sia stata pagata del tutto o in parte.


L’aggiornamento dello scadenze fiscali non ha interessato, invece, i termini per il versamento delle imposte.


I pagamenti devono continuare ad essere effettuati entro il 16 giugno 2008 ovvero dal 17 giugno al 16 luglio con la maggiorazione dello 0,40%.


Rimborsi (art. 3, comma 7).


Viene sanato un effetto distorsivo sui rimborsi relativi alle imposte sui redditi delle persone fisiche, delle persone giuridiche o dell’imposta sulle società, introdotto dalla Finanziaria per il 2008 (commi 139 e 140 della legge 244/2007) per assicurare una costante erogazione dei rimborsi, procedendo progressivamente allo smaltimento di quelli più vecchi.


La norma corretta avrebbe completamente assorbito le risorse stanziate per il pagamento dei rimborsi ultradecennali.


(D.L. 03/06/2008, n. 97, G.U. 03/06/2008, n. 128)


 






– 5 per mille – Pubblicate in G.U. le modalità di ammissione al beneficio


È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il D.P.C.M. 19 marzo 2008, che definisce le modalità di ammissione al beneficio del 5 per mille dell’imposta sul reddito delle persone fisiche, in base alla scelta dei contribuenti, di determinazione delle liste dei soggetti ammessi al riparto e di definizione del riparto delle somme e dei criteri per il recupero delle somme rendicontate.


(D.P.C.M. 19/03/2008, G.U. 03/06/2008, n. 128)


 






– 5 per mille – Associazioni sportive dilettantistiche e fondazioni culturali: adempimenti per l’ammissione al riparto


Sono state determinate le modalità di inserimento negli elenchi dei beneficiari del 5 per mille – per gli esercizi finanziari 2006 e 2007 – delle associazioni sportive dilettantistiche in possesso del riconoscimento ai fini sportivi rilasciato dal CONI e – per il solo esercizio 2007 – delle fondazioni nazionali di carattere culturale.


(D.P.C.M. 24/04/2008, G.U. 03/06/2008, n. 128)


 


 


4) Appalti: Abrogate le disposizioni relative alla responsabilità solidale tra appaltatore e subappaltatore


Sono state abrogate le disposizioni relative alla responsabilità solidale tra appaltatore e subappaltatore in materia di versamento delle ritenute fiscali e dei contributi previdenziali e assicurativi obbligatori, relativi a contratti di appalto e subappalto di opere, forniture e servizi.


In particolare, il comma 8, del neo art. 3 del D.L. n. 97/2008, ha disposto l’abrogazione dei commi da 29 a 34 dell’art. 35 del D.L. n. 223/2006, convertito dalla legge n. 248/2006, nonché del decreto del Ministro dell’Economia e delle finanze 25/2/2008, n. 74 (si tratta del regolamento relativo alle comunicazioni di dati relativi ai lavoratori impiegati nell’esecuzione del subappalto, documentazione attestante l’avvenuto versamento delle ritenute fiscali, modello F24 riferito al singolo subappalto, documentazione attestante l’avvenuto versamento dei contributi previdenziali ed assicurativi, che era entrato in vigore dal 1/5/2008).


Come è noto con la cd. Manovra estiva del 2006 (adesso abolita) veniva disposto che l’appaltatore risponde in solido con il subappaltatore per la effettuazione e per il versamento delle ritenute fiscali sui redditi di lavoro dipendente e del versamento dei contributi previdenziali e dei contributi assicurativi obbligatori per gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali dei dipendenti a cui é tenuto il subappaltatore.


Tuttavia, non si aveva la responsabilità solidale ove l’appaltatore, prima di pagare il corrispettivo, avesse effettuato la verifica (acquisendone la relativa documentazione) che gli adempimenti connessi con le prestazioni di lavoro dipendente concernenti l’opera, la
fornitura o il servizio affidati fossero stati correttamente eseguiti dal subappaltatore. L’appaltatore poteva sospendere il pagamento del corrispettivo fino a quando il subappaltatore non abbia esibito la predetta documentazione.


Anche il committente prima di pagare corrispettivo dovuto all’appaltatore aveva l’onere di chiedere l’esibizione della documentazione che attesta che gli adempimenti connessi con le prestazioni di lavoro dipendente concernenti l’opera, la fornitura o il servizio affidati sono stati correttamente eseguiti dall’appaltatore.


(art. 3, comma 8, D.L. 03/06/2008, n. 97, G.U. 03/06/2008, n. 128)


 


 



5) Salute e sicurezza nei luoghi di lavoro: Slittano al 1° gennaio 2009 alcuni obblighi


Slittano al 1° gennaio 2009 alcuni obblighi in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro previste dal Dlgs 81/2008. In particolare slitta l’obbligo di comunicare all’Inail, o all’Ipsema, in relazione alle rispettive competenze, a fini statistici e informativi, i dati relativi agli infortuni sul lavoro che comportino un’assenza dal lavoro di almeno un giorno, escluso quello dell’evento e, a fini assicurativi, le informazioni relative agli infortuni sul lavoro che comportino un’assenza dal lavoro superiore a tre giorni. Slitta anche il divieto di effettuare visite mediche in fase preassuntiva.


(art. 4, comma 2, D.L. 03/06/2008, n. 97, G.U. 03/06/2008, n. 12 8, relativo a alute e sicurezza nei luoghi di lavoro)


 


 


6) Visco-Sud: Disposizioni per garantire il monitoraggio e la trasparenza dei meccanismi di allocazione della spesa pubblica


Modifiche alle procedure di gestione dei crediti d’imposta previsti dalla Visco-Sud, fermo restando il limite temporale entro cui effettuare gli investimenti agevolabili, fissati al termine del periodo d’imposta in corso al 31 dicembre 2013.


Le imprese devono prenotare il diritto alla fruizione del credito d’imposta inviando un apposito formulario all’Agenzia delle entrate (il modello sarà approvato con provvedimento del direttore dell’Agenzia, ed entro 3 giorni dall’approvazione sarà attivata la procedura telematica per la trasmissione del formulario).


Le imprese che hanno avviato progetti di investimenti o di ricerca e sviluppo prima dell’entrata in vigore del decreto legge (3 giugno 2008) devono trasmettere il formulario dell’Agenzia entro 30 giorni dall’attivazione della procedura di trasmissione telematica.


Il nulla osta alla fruizione del credito è concesso in base all’ordine cronologico di arrivo dei formulari, nei limiti delle risorse previste nell’anno di presentazione del formulario e, in caso di esaurimento, negli anni successivi.


Gli interessati al credito d’imposta per investimenti in aree svantaggiate a decorrere dall’entrata in vigore del decreto (3 giugno 2008), espongono nel formulario, in base alla pianificazione scelta, l’importo degli investimenti agevolabili da effettuare, a pena decadenza, entro i 2 anni successivi a quello di accoglimento della prenotazione e, in ogni caso, nel rispetto di limiti di importo minimi (al 20% nell’anno di accoglimento dell’istanza e al 60% nell’anno successivo).


L’utilizzo del credito d’imposta per il quale è comunicato il nulla-osta è consentito, fatta salva l’ipotesi di incapienza, esclusivamente entro il sesto mese successivo al termine di cui al primo periodo e, in ogni caso, nel rispetto di limiti massimi pari, in progressione, al 30%, nell’anno di presentazione dell’istanza e, per la residua parte, nell’anno successivo.


(art. 2, D.L. 03/06/2008, n. 97, G.U. 03/06/2008, n. 128)


 


 


7) Studi di settore: In arrivo 81mila lettere a contribuenti “anomali”


In arrivo 81mila lettere a contribuenti soggetti agli studi di settore le cui comunicazioni relative al triennio 2004-2006 presentano rilevanti anomalie.


Lo scopo, al pari dell’anno precedente, è quello di dissuadere i contribuenti dal porre in essere comportamenti fiscali non corretti attraverso una azione preventiva.


Nella lettera viene, infatti, precisato che, qualora le anomalie evidenziate saranno riscontrate anche nella dichiarazione relativa al periodo d’imposta 2007, la posizione del contribuente verrà inserita in apposite liste selettive utilizzate per i controlli fiscali.


Le lettere riguardano contribuenti che presentano anomalie dovute alla omessa o non corretta indicazione di dati determinanti per l’applicazione degli studi stessi.


Le anomalie segnalate riguardano incoerenze relative alla gestione del magazzino, incoerenze tra rimanenze finali ed esistenze iniziali e incoerenze relative ai beni strumentali.


La comunicazione inviata al contribuente resta comunque un invito a valutare attentamente la situazione evidenziata, in vista della presentazione del prossimo modello di dichiarazione relativo al periodo d’imposta 2007, allo scopo di scoraggiare la reiterazione di eventuali comportamenti non corretti.


L’Agenzia, inoltre, proprio per agevolare lo scambio di informazioni con i contribuenti soggetti agli studi, sta predisponendo un software, scaricabile gratuitamente dal sito Internet www.agenziaentrate.it. Il nuovo prodotto informatico sarà disponibile entro il mese di luglio e consentirà ai contribuenti di segnalare eventuali imprecisioni riscontrate nella comunicazione e di indicare le motivazioni che hanno determinato l’anomalia.


(Agenzia delle Entrate, comunicato stampa del 04/06/2008)


 


 


8) Modello F23 – Istituzione dei sub codici per i versamenti a favore del Assessorato agricoltura e foreste della Regione siciliana


La Regione siciliana, Dipartimento Agricoltura e foreste, per la definizione in via breve delle violazioni constatate utilizza il modello F23.


Ad oggi, il Dipartimento utilizza, per il riscontro dei versamenti eseguiti, il codice ente Dxx.


Al fine di avere un riscontro più dettagliato dei versamenti, il Dipartimento ha richiesto che il predetto codice sia affiancato da due sub codici, in modo da individuare, all’interno della struttura dipartimentale, i seguenti uffici:


” 01″, che individua ” Servizio CITES del corpo forestale della Regione siciliana;


” 02″, che individua ” Servizio controlli e verifiche”.


I sub codici sono evidenziati, a cura del Dipartimento, nel campo 6 del modello F 23.


(Agenzia delle Entrate, risoluzione del 04/06/2008, n. 223)


 


 


9) Aggiornato il Software per compilare la dichiarazione Unico PF 2008


E’ stata resa disponibile, sul sito dell’Agenzia delle Entrate, la versione software: 1.0.1 del 04/06/2008.


I motivi dell’aggiornamento sono i seguenti:


– E’ stata eliminata la segnalazione di errore che appariva in caso di compilazione del rigo RP1 (spese sanitarie) e di presenza di più di un modulo per il quadro RP;


– sono stati risolti i problemi di stampa relativi ai quadri RE, RH e VL;


– é stata eliminata la segnalazione di errore che appariva prima della creazione del file telematico in presenza di Studi di settore allegati e confermati;


– i messaggi di errore relativi al quadro RR sono stati aggiornati con i nuovi limiti previsti dalla normativa.


(Agenzia delle Entrate, nota del 04/06/2008)


 


 


_________________________


A cura di Vincenzo D’Andò


 


 

Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it