Novità fiscali del 6 maggio 2008. In evidenza: deposito bilancio: le modalità operative da seguire e le novità sulla presentazione (xbrl non obbligatorio), costi dell'operazione, casi particolari, ecc.; detrazioni o deduzioni per l'acquisto di farmaci; Registro delle imprese: diritto annuale; fattura elettronica alle PP.AA. dal 2009

  Indice:   1) Detrazioni o deduzioni per l’acquisto di farmaci   2) Deposito bilancio: Novità sulla presentazione delle domande e iter procedurale   3) Registro delle imprese – Modelli IRAP 2008: individuati i righi per il versamento del diritto annuale 2008   4) Volontari del servizio civile: Iscritti alla Gestione separata Inps   5) […]

 






Indice:


 


1) Detrazioni o deduzioni per l’acquisto di farmaci


 


2) Deposito bilancio: Novità sulla presentazione delle domande e iter procedurale


 


3) Registro delle imprese – Modelli IRAP 2008: individuati i righi per il versamento del diritto annuale 2008


 


4) Volontari del servizio civile: Iscritti alla Gestione separata Inps


 


5) Modello 770 semplificato 2008 – nuova versione software


 


6) Fattura elettronica con la pubblica Amministrazione: Decreto in G.U.


 


7) Inviati al Garante della Privacy i chiarimenti sulla pubblicazione on line degli elenchi dei contribuenti


 


 


1) Detrazioni o deduzioni per l’acquisto di farmaci


Come è noto riguardo le detrazioni o deduzioni per l’acquisto di farmaci l’Agenzia delle Entrate ha diffuso la circolare n. 30 del 28/03/2008 per venire incontro alle difficoltà incontrate dai contribuenti che, pur senza responsabilità, non sono in possesso del cosiddetto scontrino parlante, cioè del documento che, oltre al prezzo corrisposto, riporta anche il codice fiscale del destinatario del farmaco e natura, qualità e quantità del prodotto acquistato; in particolare, tale documento ha fornito chiarimenti in merito ad alcuni aspetti riguardanti le spese sostenute per l’acquisto di farmaci nel periodo che va dal 1° luglio al 31 dicembre 2007, consentendone la detraibilità e la deducibilità a patto che venga allegata una autocertificazione contenente tutti gli elementi richiesti dalla legge.


Adesso, a tal fine, l’Agenzia delle Entrate della Toscana ritenendo utile predisporre il seguente fac-simile che, pur non avendo valenza di modello istituzionale, si prefigge tuttavia lo scopo di favorire il corretto assolvimento dell’onere posto a carico del contribuente agevolando quanti intendano fruire di detrazioni o deduzioni per l’acquisto di farmaci acquistati nel secondo semestre dello scorso anno.


 


                           AUTOCERTIFICAZIONE (ART. 46 DPR 445/2000)


Il sottoscritto……………nato a ………………….codice fiscale…………………, dichiara sotto la propria personale responsabilità di avere acquistato nel periodo dal 1 luglio al 31 dicembre 2007, per uso personale o per familiare a carico, i seguenti prodotti farmaceutici:














































CODICE FISCALE DEL FAMILIARE


N. IDENT. SCONTRINO


DATA


NATURA *


QUANTITA’


QUALITA’ **


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


* Deve essere indicato se si tratta di farmaco. Si ricorda che solo i farmaci, e non anche gli altri prodotti farmaceutici, sono detraibili o deducibili.


** deve essere indicato il nome del farmaco.


 


                                                Firma


Deve essere allegato la copia di un documento di identità


 


(Agenzia delle Entrate della Toscana, documento di aprile 2008)


 


 


 


2) Deposito bilancio: Novità sulla presentazione delle domande e iter procedurale


Il diritto di segreteria è aumentato di 3 euro per le pratiche di bilancio.


Il decreto, redatto ai sensi dell’art. 2 della Legge 244/2007 (“Finanziaria 2008”) dal MiSE , è in vigore dal 7 aprile 2008.


Con esso è stata disposta la maggiorazione di 3 euro del diritto di segreteria, prevista per l’anno 2008, per il deposito dei bilanci per il finanziamento dell’OIC , (l’Organismo Italiano di Contabilità che stabilisce i principi contabili di redazione dei bilanci ).


La maggiorazione dei diritti di segreteria richiesti all’impresa si applica a tutte le tipologie di deposito dei bilanci d’esercizio ed elenco soci che sono diventati: 63 euro per via telematica; 93 euro su supporto.


Bilancio in formato xbrl


Poiché il DPCM delle specifiche tecniche, previsto dall’art. 37, comma 21-bis, del D.L. n. 223/2006, come modificato dall’art. 4 della Legge n. 17/2007, non è stato ancora emanato, l’obbligo di deposito del bilancio in formato XBRL, successivamente al 31/03/2008 , non va considerato vincolante ma ancora effettuato in via sperimentale.


Peraltro, nelle specifiche dell’emanando decreto, si menziona la data del 31 marzo 2008, quale inizio ufficiale dell’obbligo di conversione del formato in XBRL, ma tale data è da intendersi riferita alla chiusura dell’esercizio, quindi le Società con una chiusura precedente non sono tenute per questo anno ad allegare il bilancio nel nuovo formato.


Per l’invio telematico sono necessarie le seguenti condizioni:


– Essere dotati di una SMART CARD (dispositivo di firma digitale) che può essere ritirata presso gli Uffici R.A.O. della Camera di Commercio;


– sottoscrivere una convenzione di pagamento con Infocamere come Telemaco-Pay o attraverso i soggetti distributori di Infocamere (es. UNAPPA, Visura, Di@logo, CGN, ecc.), ottenenedo una user-id di riconoscimento da utilizzare all’invio degli atti.


– Compilare la pratica con con il software FEDRAPLUS 6.0 scaricabile dal sito (http://web.telemaco.infocamere.it), o programmi compatibili.


– Firmare la pratica con il software DIKE 3.3.6 – o con business key già dotata di software – ( v. il sito www.card.infocamere.it);


– Inviare la pratica dal sito TELEMACO (http://web.telemaco.infocamere.it).


Bollo


L’ammontare dell’imposta di bollo è unico e complessivo per tutta la documentazione digitale.


Per ogni deposito l’importo dovuto è di 65,00 Euro.


Sono esenti le Cooperative Sociali.


Invio telematico


Diritti di segreteria per il Bilancio ed eventuale Elenco soci: € 63,00 (Cooperative Sociali € 31,50)


Presentazione su floppy disk


Diritti di segreteria per il Bilancio ed eventuale Elenco soci: € 93,00 (Cooperative Sociali € 46,50).


Diritti di segreteria per l’Elenco Soci depositato separatamente dal Bilancio: € 63,00 (€ 93,00 se presentato su floppy disk)


Depositi a rettifica


Bollo € 65,00


Invio telematico presentazione su floppy disk


Diritti di segreteria – Rettifica di bilancio: € 63,00 Diritti di segreteria: € 93,00


Diritti di segreteria – Rettifica di Elenco dei Soci: € 30,00 Diritti di segreteria: € 50,00


Procedura telematica: Modalità Tecniche


Per la predisposizione e l’invio telematico del bilancio è possibile scegliere diverse modalità di composizione in funzione del contenuto del deposito e del livello di conoscenza tecnica degli strumenti telematici da parte dei soggetti interessati.


Di seguito sono elencati tre modi di composizione della pratica, che sostanzialmente si differenziano tra loro per l’ambiente in cui si opera, e per il particolare dell’avere o meno una Distinta Fedra già predisposta, ovvero:


– con “BILANCI ON-LINE”, si lavora collegati ad una pagina Web di Infocamere quindi con la necessità di essere sempre in collegamento telematico, e la Distinta Fedra viene generata in automatico dal sistema al momento dell’invio della pratica;


– con “BILANCI PDF” si scarica dal sito di Infocamere in locale sul proprio pc un file in


formato PDF che funge da Distinta fedra, sul quale è possibile lavorare anche scollegati dal servizio Telemaco, e solo a pratica pronta ci si può collegare e spedire;


– con il sistema “FEDRA”, quello attualmente più utilizzato e considerato


Sul sito http://web.telemaco.infocamere.it/ è disponibile un servizio gratuito interamente su browser con il quale è possibile spedire il bilancio seguendo delle semplici modalità operative.


In sintesi vengono descritti i requisiti necessari per l’utilizzo della procedura (la spiegazione particolareggiata è nella Guida disponibile sul sito: http://bilanci.mi.camcom.it


Sottoscrizione dei files


La corretta predisposizione della documentazione, prevede che prima dell’invio telematico tutti i files siano firmati digitalmente; il soggetto obbligato alla firma deve rientrare in una delle tre tipologie seguenti:


L’amministratore è in possesso del dispositivo di firma digitale


La sottoscrizione digitale deve essere apposta su Fedra e su tutti gli allegati al deposito.


In calce a tutta la documentazione allegata, oppure in un file ad hoc che richiami tutti i documenti, deve essere inserita la seguente dichiarazione:


“Io sottoscritto ____________________ amministratore della Società_________________


consapevole delle responsabilità penali previste in caso di falsa dichiarazione, attesto, ai sensi dell’art. 47 del DPR 445/2000, la corrispondenza delle copie dei documenti allegati alla presente pratica, ai documenti conservati agli atti della Società“.


– Nessuno dei soggetti obbligati è in possesso del dispositivo di firma digitale


Qualora l’obbligato non sia ancora in possesso della sua smart card per la firma digitale o, se pur munito, sia impossibilitato a provvedere, potrà presentare il bilancio tramite un procuratore che ne sia provvisto.


Per procuratore si intende un soggetto al quale è stata conferita “procura speciale”, cioè una procura limitata ad uno specifico adempimento pubblicitario individuato dal codice univoco di identificazione della pratica Fedra.


Si utilizza lo specifico modello di “Procura speciale, domiciliazione e dichiarazioni sostitutive dell’atto di notorietà”.


Tale procura va compilata con apposizione delle firme autografe, acquisita tramite scanner e firmata digitalmente dal procuratore (ottenendo così la copia informatica della procura ai sensi dell’art. 1393 c.c. necessaria per accertare la legittimazione del richiedente ai sensi dell’art. 6.1 lett .a) della legge 241/1990).


La Procura andrà allegata al resto della pratica.


Il procuratore deve acquisire tramite scanner anche la copia del documento di identità dell’


amministratore, firmando anch’esso con la propria smart-card.


L’immagine del documento d’identità deve essere sempre allegata alla pratica in un file separato identificato dal “codice tipo documento” E20 (vedi specifiche Fedra) per garantire la riservatezza dei dati personali in esso contenuti.


Per concludere la preparazione della pratica il procuratore firmerà digitalmente la Distinta e tutti gli altri files allegati contenenti l’intera documentazione del bilancio.


Trasmissione degli atti a cura dei dottori commercialisti o ragionieri e periti commerciali


Ai sensi dell’art. 31 commi 2 quater e 2 quinquies della L. n. 340/2000 (introdotti dall’art. 2


comma 54 della L. n. 350/2003), la trasmissione al Registro Imprese dei bilanci e degli altri


documenti di cui all’art. 2435 c.c. nonché degli ulteriori atti societari per la cui redazione la legge non richieda espressamente l’intervento del Notaio, può essere effettuata da dottori commercialisti o ragionieri e periti commerciali regolarmente iscritti ai rispettivi albi.


Tali soggetti, in possesso di smart card e titolari di una convenzione di pagamento, devono


essere incaricati alla trasmissione dal legale rappresentante della società; a tal fine il professionista dovrà effettuare la seguente dichiarazione in ogni pratica inviata (può essere inserita nelle Note della distinta, negli allegati o in un file separato):


“Il sottoscritto Dott./Rag. …………………………………………………, nato a ……………………………. il ……..…, consapevole delle responsabilità penali previste in caso di falsa dichiarazione, ai sensi degli artt. 46 e 47 D.P.R. n. 445/2000,


                                                          dichiara


1) di essere iscritto all’Albo dei………………………….… della Provincia di ………………………………………


2) di essere stato incaricato alla trasmissione dal legale rappresentante pro tempore della società di cui al presente adempimento”.


Mentre in calce alla documentazione dovrà aggiungere la seguente dicitura:


Il/la sottoscritto/a Dott./rag………………………,ai sensi dell’art. 31 comma 2-quinquies della Legge 340/2000, dichiara che il presente documento è conforme all’originale depositato presso la società”


Società in liquidazione


Il Liquidatore è tenuto al deposito del bilancio annuale d’esercizio e del relativo elenco soci se variato (art.2490 c.c.).


Il bilancio deve essere riferito alla data di chiusura dell’esercizio e comparato con l’esercizio precedente.


Non devono essere depositati i bilanci di periodo di durata inferiore all’esercizio (come ad esempio la situazione patrimoniale iniziale di liquidazione redatta ai fini fiscali).


Per il Bilancio finale di liquidazione non è previsto alcun termine e si deposita con un modulo S3.


Società in fallimento


Il deposito del Bilancio e dell’Elenco Soci è facoltativo.


Società trasformate


1) Società di capitali che si trasformano in società di persone prima dell’approvazione del bilancio:


Non devono depositare il bilancio, mancando l’organo assembleare per l’approvazione dello stesso;


2) Società di persone che si trasformano in società di capitali:


Devono depositare il bilancio d’esercizio e il relativo elenco soci a partire dal 1° bilancio d’esercizio approvato dopo la trasformazione.


Società cessate per fusione o scissione prima dell’approvazione del bilancio


In caso di fusione o scissione con effetti differiti dopo la scadenza dell’esercizio, gli adempimenti fiscali e di bilancio delle società estinte sono a carico della società beneficiaria (massima espressa dal Tribunale di Milano nel 1997).


Tale orientamento comporta il deposito del bilancio della società estinta sulla posizione Registro Imprese della stessa, ma a cura della società beneficiaria, (ovvero il deposito sarà composto da un Verbale di Assemblea, convocata dalla società beneficiaria, che approva il bilancio della società estinta, la documentazione del bilancio intestata alla società estinta ed il mod. B di accompagnamento compilato con la denominazione sociale ed il REA della società estinta ). Non è previsto il deposito dell’elenco soci.


(Ufficio Registro delle Imprese, Vademecum per il deposito di Bilancio ed Elenco Soci di aprile 2008)


 


 


3) Registro delle imprese – Modelli IRAP 2008: individuati i righi per il versamento del diritto annuale 2008


Il Ministero dello Sviluppo economico ha diffuso alcune precisazioni sull’individuazione della base imponibile per la determinazione dell’ammontare del fatturato dei contribuenti iscritti nella sezione ordinaria del Registro delle imprese, ai fini del versamento del diritto annuale 2008.


In particolare, nel caso di contribuenti che adottano un regime di contabilità semplificata, al fine del calcolo del fatturato per la determinazione del diritto annuale dovuto, devono essere utilizzati i valori riportati nella colonna 4, dei “valori IRAP”, poiché tali soggetti non compilano la colonna 1 relativa ai “valori contabili”.


Il D.M. n. 359/2001 individuando per i diversi soggetti la definizione di fatturato fa riferimento, infatti, ad alcuni componenti positivi come dichiarati ai fini dell’imposta regionale sulle attività produttive.


Inoltre, i contribuenti che compilano più sezioni dello stesso quadro IQ IRAP o più quadri IQ IRAP, al fine del calcolo del fatturato per la determinazione del diritto annuale dovuto, devono procedere alla somma dei diversi valori riportati nelle diverse sezioni o nei diversi quadri IQ IRAP.


La circolare ha poi esaminato i diversi modelli IRAP 2008 che i contribuenti devono compilare, precisando ulteriormente:


MODELLO IRAP 2008 — Società di capitali


Sezione IV- Società in regime forfetario


I contribuenti che compilano la sezione IV, al fine del calcolo del fatturato per la determinazione del diritto annuale dovuto, devono fare riferimento alla somma dei ricavi delle vendite e delle prestazioni e degli altri ricavi e proventi ordinari così come rappresentati nelle scritture contabili previste dall’articolo 2214 e seguenti del codice civile.


MODELLO IRAP 2008 — Società di persone


Le sociètà di persone che determinano il reddito d’impresa in regime forfetario, al fine del calcolo del fatturato per la determinazione del diritto annuale dovuto, utilizzano quanto riportato nel rigo IQ 22 (reddito d’impresa determinato forfetariamente), Sezione II.


Le società di persone esercenti attività agricola, al fine del calcolo del fatturato per la determinazione del diritto annuale dovuto, utilizzano quanto riportato nel rigo IQ 26 (corrispettivi), Sezione III.


Le società di persone che esercitano in via esclusiva o prevalente attività di assunzione di partecipazioni in enti diversi da quelli creditizi e finanziari, al fine del calcolo del fatturato devono considerare la somma degli importi indicati nella colonna “valori contabili” della Sezione I, al rigo IQ1 (ricavi delle vendite e delle prestazioni), al rigo IQ5 (altri ricavi e proventi) e al rigo IQ 6 (interessi attivi e proventi assimilati), del quadro IQ del modello IRAP 2008.


MODELLO IRAP 2008 — Persone fisiche


Le imprese che determinano il reddito d’impresa in regime forfetario, al fine del calcolo del fatturato per la determinazione del diritto annuale dovuto, utilizzano quanto riportato nel rigo IQ 17 (reddito d’impresa determinato forfetariamente), Sezione II del modello IRAP 2008.


(Circolare Ministero sviluppo economico 29/04/2008, n. prot. 0003317)


 


 


4) Volontari del servizio civile: Iscritti alla Gestione separata Inps


L’inclusione del compenso corrisposto ai volontari del servizio civile fra i redditi di cui alla lettera c-bis dell’art. 50 del Tuir (fatta dall’Agenzia delle Entrate con la risoluzione 24/2004) comporta l’obbligo di contribuzione alla Gestione separata.


(Circolare INPS 30/04/2008, n. 55)


 


 


5) Modello 770 semplificato 2008 – Versione software: 1.0.1 del 05/05/2008


Il software770 semplificato 2008, disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate, consente la compilazione della dichiarazione dei sostituti d’imposta modello 770 semplificato 2008.


L’applicazione è ottimizzata per la gestione di fino a 5000 certificazione di lavoro dipendente e di lavoro autonomo.


Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it