Indagini finanziarie: dentro anche le posizioni fuori conto

di Francesco Buetto

Pubblicato il 14 marzo 2008

            Come è noto, a seguito delle modifiche tecniche di semplificazione  apportate  al sistema integrato delle richieste di indagine finanziaria e  delle  relative risposte, a decorrere dal 1°  aprile  2008,  le  richieste  e  le  risposte, comprese le risposte correlate a richieste pervenute  prima  di  tale  data, sono formate secondo  lo  schema  XML.

            La necessità di diminuire l’enorme flusso di messaggi di posta elettronica certificata provenienti dagli operatori, determinato dall’obbligatorietà anche delle risposte negative, ha portato all’adozione di un nuovo schema di transazione Xml (eXtensive Markup Language) che rende possibile agli intermediari finanziari cumulare tutte le risposte negative di un periodo, mediamente superiore al mese, in un unico messaggio di pec, in risposta dell’obbligo previsto.

È però possibile cumulare tutte le risposte negative, distintamente per organo di controllo fiscale (un’unica risposta per l’Agenzia delle Entrate, distinta dall’unica risposta per la Guardia di Finanza).

 

            Le risposte negative cumulative possono essere elaborate a partire dal mese di gennaio del 2008, ma la loro trasmissione potrà invece avvenire solo dopo il 31 marzo 2008 (cfr. provvedimento del 12 novembre 2007).

            In breve, in fase di prima applicazione, a partire  dal    aprile  2008,  le risposte negative cumulative correlate a richieste di  indagine  finanziaria consegnate dal 1° gennaio 2008 al 29 febbraio 2008, sono trasmesse entro  il 10 aprile successivo, mentre le  risposte  negative  cumulative  correlate  a richieste di indagine finanziaria consegnate dal 1° marzo al 31  marzo  2008 sono trasmesse entro il 30 aprile successivo.

            Riportiamo la tabella generale dei movimenti, delle operazioni e dei servizi allegata, sotto il numero 1, al provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate del 12 novembre 2007.

 

Codice

Descrizione

05

Prelevamento a mezzo sport. autom. Stesso intermediario

06

Accredito per incassi con addebito in c/c preautorizzato (operaz.diverse da incassi RID)

07

Accredito per incassi con addebito in c/c non preautorizzato o per cassa

08

Disposizioni di incasso preautorizzato impagate

09

Incasso tramite POS

10

Emissione assegni circolari e titoli similari vaglia, vaglia postali

11

Pagamento utenze (da non rilevare nelle operazioni extra conto)

13

Addebito per estinzione assegno (es. incasso proprio assegno) e assegni vidimati (bancoposta)

14

Cedole, dividendi e premi estratti

15

Rimborso finanziamenti (mutui, prestiti personali etc.)

16

Commissioni

17

Locazione (fitto, leasing ecc.)

18

Interessi e competenze

19

Imposte e tasse (da non rilevare nelle operazioni extra conto)

20

Canone cassette sicurezza e custodia valori

21

Contributi assicurativi e previdenziali (da non rilevare nelle operazioni extra conto)

22

Diritti di custodia e amministrazione titoli

24

Pagamento o incasso di documenti su Italia

26

Disposizione a favore di … e bollettini di conto corrente postale

27

Accredito per emolumenti (stipendi, pensioni, ecc.)

28

Acquisto o vendita divise e/o banconote estere

29

Accrediti o incasso RI.BA (ricevute bancarie presentate per lo smobilizzo)

30

Accrediti o incasso effetti al S.B.F. (salvo buon fine)

31

Effetti ritirati (pagati direttamente sulla banca di presentazione)

32

Effetti richiamati (richiamati dal presentatore in seguito ad accordi con il trassato)

34

Disposizione di giro conto (stesso intermediario)

35

Storni (a credito o a debito)

37

Insoluti RI.BA.

39

Disposizione per emolumenti

41

Pagamento o disposizione a mezzo sportello automatico

42

Effetti insoluti o protestati

43

Pagamento tramite POS

44

Addebito o pagamento per utilizzo credito documentario su estero

45

Pagamento per utilizzo carte di credito

46

Esecuzione mandati di pagamento

47

Accredito o incasso per utilizzo credito documenti su Italia

 

 

Il Provvedimento del 29 febbraio 2008

 

            In virtù del provvedimento del 29 febbraio 2008 del Direttore generale dell’Agenzia delle Entrate, gli operatori finanziari  indicati  all’art. 7,  sesto  comma,  del D.P.R.n.605/73, così come indicato nell’allegato 3 del provvedimento del Direttore dell’Agenzia  delle Entrate del 22 dicembre 2005  e  sue  successive  integrazioni,  comunicano, oltre ai dati indicati nel punto 2 del provvedimento del 19 gennaio 2007, le seguenti informazioni:

 

a) l’esistenza di operazioni di natura finanziaria al  di  fuori  di  un rapporto continuativo, compiute in nome proprio o per  conto  o  a  nome  di terzi, unitamente ai dati identificativi, compreso il  codice  fiscale,  dei soggetti che le effettuano. L’esistenza delle  operazioni  in  parola  viene comunicata una sola volta, per ciascun anno solare, in occasione della prima operazione compiuta;

b) i dati identificativi, compreso il codice fiscale, dei  soggetti  che intrattengono con gli operatori finanziari qualsiasi altro rapporto in  nome proprio o per conto o a nome di terzi;

c) i dati relativi alla natura del  rapporto  e  la  data  di  apertura, modifica e chiusura.

            Le comunicazioni delle operazioni e dei dati anagrafici dei soggetti di cui al punto 1.1, lettera a), poste in essere a partire dalla data del 1° gennaio 2005, fino alla  data  del  31  dicembre  2007,  sono  effettuate  a decorrere dal 1° aprile 2008 entro il 30 giugno 2008.

            Le comunicazioni di cui al  punto  1.1,  lettera  b),  in  essere  a partire dalla data del 1° gennaio 2005 fino alla data del 31 dicembre  2007, comprese le eventuali revoche, sono effettuate a  decorrere  dal    aprile 2008 entro il 30 giugno 2008.

Le comunicazioni delle operazioni nonché dei dati identificativi dei soggetti di cui al punto 1.1, lettera a), poste in  essere  dal    gennaio 2008 al 30 giugno 2008, sono effettuate entro il 31 luglio 2008.

            Le comunicazioni di cui al punto 1.1, lettera b), poste in essere  a partire dalla data del 1° gennaio 2008 fino alla data del  30  giugno  2008, comprese le eventuali revoche, sono effettuate entro il 31 luglio 2008.

            Le successive comunicazioni di cui al punto 1.1, lettere  a),  b)  e c), relative a ciascun mese sono effettuate entro il mese successivo.

            Riportiamo la nuova tabella allegata al provvedimento:

CCodice

Descrizione

Dettaglio rapporto

1

Conto corrente

Qualsiasi tipologia di conto corrente intestato a persone fisiche e non fisiche acceso in forma contrattuale

2

Conto deposito titoli e/o obbligazioni