Nuovo limite per la deduzione dei beni omaggio - Dicotomia tra imposte dirette ed IVA

La legge Finanziaria 2008, nell’ambito della generale riconsiderazione della normativa sulle spese di rappresentanza, ha previsto, con decorrenza 1° gennaio 2008, l’innalzamento da euro 25,82.= ad euro°50,00.=, ai soli fini delle imposte dirette, del costo-soglia, sotto il quale sono deducibili per intero, i beni omaggio.


 


Tuttavia – probabilmente per una ‘svista’ del Legislatore – il limite di totale detraibilità ai fini dell’I.V.A. dell’acquisto dei beni omaggio è rimasto allo stesso valore euro 25,82.=, complicando le scelte di deducibilità del contribuente. Infatti tale previsione riduce il costo/imponibile che è considerato per legge sempre deducibile, ad es., nel caso di I.V.A. con aliquota al 20%, a soli euro 41,67.=, importo che, sommato alla corrispondente I.V.A., conduce al nuovo costo soglia previsto dalla Finanziaria (vedi tabella).


 






























 


 


 


 


 


Imponibile


41,67


 


 


IVA 20%


8,33


 


 


Totale deducibile


50,00


 


 


 


 


 


 


 



Riferimenti normativi


 


IMPOSTE SUL REDDITO


        Art. 108, co. 2 TUIR, come modificato dal co.33, lett. p) della L. 24.12.2007 n. 244.


 


I.V.A.


        Art. 19-bis1, co. 1, lett. h) del d.P.R. 26.10.1972 n. 633.


 



Conclusioni


 


La situazione dal 1° gennaio 2008 è la seguente:


 


a)      beni gratuiti con imponibile fino ad euro 25,82 (qualsiasi aliquota)


 






























 


 


 


 


 


Imponibile = costo sempre DEDUCIBILE fino a euro


25,82


 


 


IVA sempre detraibile 20%


5,16


 


 


Totale fattura


30,98


 


 


 


 


 


 


b)      beni gratuiti con imponibile da euro 25,83 a euro 41,67 (l’esempio che segue ipotizza un’aliquota I.V.A. del 20%)


 






























 


 


 


 


 


Imponibile da  25,82 euro  fino a euro


41,67


 


 


IVA indetraibile 20%


8,33


 


 


Totale fattura = costo sempre DEDUCIBILE


50,00


 


 


 


 


 


 


N.B.    Nel caso di aliquote diverse occorrerà scorporare l’I.V.A. dall’importo deducibile di euro 50,00.= per ottenere l’imponibile massimo per la deducibilità dell’intera fattura


 


c)      beni gratuiti con imponibile oltre gli euro 41,67 (l’esempio che segue ipotizza un’aliquota I.V.A. del 20%)






























 


 


 


 


 


Imponibile > 41,67


50,00


 


 


IVA indetraibile 20%


10,00


 


 


Totale fattura = costo deducibile a determinate condizioni


60,00


 


 


 


 


 


 


In tal caso i beni omaggio, così come le altre spese di rappresentanza, saranno deducibili per intero soltanto se rispondono ai requisiti di inerenza e congruità che verranno stabiliti con apposito decreto, anche in funzione della destinazione delle stesse.


 

Dott. Giovanni Mocci

4 febbraio 2008

Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it