LE NOVITA’ SUL CONCORDATO FALLIMENTARE A REGIME NEL 2008


Il 2008 sarà l’anno che vedrà il debutto delle restrizioni in campo di diritto fallimentare. Tra le novità salienti: l’imprenditore fallito non potrà presentare proposta di concordato prima di 12 mesi dalla dichiarazione di fallimento; la proposta di concordato potrà essere modificata solo fino all’inizio delle operazioni di voto, dopo sarà intoccabile; per l’approvazione delle classi di credito ammesse è prevista maggiore trasparenza: maggiori crediti ammessi, maggior numero di classi; gli accordi di ristrutturazione dei debiti avranno efficacia dal giorno di pubblicazione nel registro delle imprese; la relazione di fattibilità sulla proposta di ristrutturazione dei debiti deve essere fatta da un professionista iscritto nell’albo dei Revisori contabili; il casellario giudiziario viene escluso dalla pubblicazione delle notizie riguardanti il fallimento.


Partecipa alla discussione sul forum.