LAVORO: da settembre tesserino di riconoscimento per tutti


Dal 1° settembre tutte le imprese appaltatrici e subappaltatrici devono munire il personale occupato di tesserino di riconoscimento, come già sperimentato nel settore edile. La disposizione prende riferimento dal dettato dell’art. 36 bis Legge 248/06. Quindi, ogni lavoratore di tali imprese deve essere munito di tesserino contenente i dati essenziali: foto, nome e congome, data di nascita; si possono aggiungere, facoltativamente, numero di iscrizione sul libro matricola e qualifica. I lavoratori sono tenuti ad esporre la tessera; in caso di inadempienza saranno multati con una sanzione da 50 a 300€ unicamente a loro carico. Per i datori è, invece, prevista una sanzione da 100 a 500€ moltiplicata per il numero di addetti interessati. Le aziende con meno di dieci dipendenti possono, in alternativa, tenere apposito registro vidimato dalla Dpl, da conservare sul luogo di lavoro ed annotare, giornalmente, gli estremi dei lavoratori impiegati nell’appalto o nel subappalto.


Partecipa alla discussione sul forum.