Novità fiscali del 4 luglio 2007. In evidenza: calendario delle dichiarazioni fiscali con proroga: il decreto e’ stato finalmente pubblicato in G.U.


1) PROROGA PRESENTAZIONE DICHIARAZIONI FISCALI: E’ STATO FINALMENTE PUBBLICATO IN G.U. IL DECRETO


È stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 2/7/2007, n. 151, il DPCM 31/5/2007 che ha disposto il differimento, per l’anno 2007, dei termini di presentazione delle dichiarazione dei redditi dell’IRAP, dell’IVA e dei redditi modello 730/2007.


I termini per la presentazione della dichiarazione dei redditi, dell’IRAP e dell’IVA per il periodo d’imposta 2006 sono così, ufficialmente, differiti:


 










NUOVA SCADENZA


SOGGETTI INTERESSATI


 


10/9/2007


soggetti IRES di cui all’art. 73, TUIR, per i quali i termini di presentazione delle dichiarazioni, compresa quella unificata, scadono nel periodo compreso tra il 1° maggio ed il 9 settembre 2007


 










NUOVA SCADENZA


SOGGETTI INTERESSATI


 


– 25/9/2007


– Società di persone (soggetti ex art. 5, D.P.R. n. 917/1986), per i quali i termini di presentazione delle dichiarazioni, compresa quella unificata, redatte sui modelli approvati nell’anno 2007, scadono fino al 24 settembre 2007;


persone fisiche titolari di reddito d’impresa, di lavoro autonomo, di partecipazione, nonché i produttori agricoli titolari di reddito agrario;


  amministrazioni pubbliche.


 


 


Peraltro, da più fonti, viene comunque preannunciata come prossima l’emanazione di un nuovo DPCM che dispone l’unificazione, per tutti i contribuenti, dei termini di presentazione al 30/9/2007.


 


Scadenze per il Modello 730/2007


– Entro il 15/6/2007: presentazione ad un CAF-dipendenti o ad un professionista abilitato della dichiarazione semplificata e delle schede per la destinazione del 5 e dell’8 per mille dell’IRPEF, unitamente alla documentazione necessaria all’effettuazione delle operazioni di controllo.


– entro il 31 agosto 2007: Trasmissione telematica – da parte dei CAF-dipendenti o dei professionisti abilitati – delle dichiarazioni, a condizione che (entro il 31/7/2007) abbiano effettuato la trasmissione di almeno l’85% delle dichiarazioni stesse.


(D.P.C.M. 31/05/2007, G.U. 02/07/2007, n. 151)


 



2) PER IL RAVVEDIMENTO OPEROSO IVA, NECESSITA OLTRE ALLA DICHIARAZIONE ANCHE L’AVVENUTO VERSAMENTO DELL’IMPOSTA


La sola presentazione della dichiarazione Iva nei trenta giorni successivi al termine di scadenza previsto dalla legge, non accompagnata anche dal versamento dell’imposta a debito, non consente al contribuente di potere usufruire del ravvedimento operoso.


(Corte di Cassazione, Sentenza n. 12883 del 1/6/2007)



 


3) E’ NULLA LA NOTIFICA DI UN ATTO QUANDO LA STESSA NON SIA PERFEZIONATA CON LA SOTTOSCRIZIONE DELL’AVVISO DI RICEVIMENTO


Nel momento in cui non sia possibile effettuare la notifica di un atto nella residenza, nella dimora o nel domicilio del destinatario, per irreperibilità, incapacità o rifiuto delle persone indicate dalla norma, occorre osservare l’art. 140 del C.p.c., secondo il quale la notifica va eseguita dall’ufficiale giudiziario con deposito nella casa del comune in cui la notificazione deve avere luogo.


Inoltre, la legge stabilisce una forma integrativa, costituita dall’affissione alla porta dell’abitazione o dell’ufficio o dell’azienda del destinatario, ad opera dell’ufficiale giudiziario, di un avviso dell’avvenuto deposito e, infine, la notizia dell’avvenuto deposito che l’ufficiale giudiziario deve dare al destinatario mediante raccomandata con avviso di ricevimento.


E’, pertanto nulla la notifica di un atto quando la stessa non sia perfezionata con la sottoscrizione dell’avviso di ricevimento della raccomandata da parte del destinatario.
(Si veda Il Sole-24 Ore del 2/07/2007)



 


4) APPROVAZIONE DELLE CONVENZIONI DI CONCESSIONE DELL’ESERCIZIO DEI PUNTI VENDITA DEI GIOCHI PUBBLICI ED ATTIVAZIONE DELLA RETE DI GIOCO IPPICO E SPORTIVO


Sono state approvate le convenzioni di concessione dell’esercizio dei punti vendita dei giochi pubblici ed attivazione della rete di gioco ippico e sportivo a distanza di cui all’art. 38, commi 2 e 4, del D.L. 4/7/2006, n. 223, convertito dalla Legge n. 248/2006.


Sono state, quindi, approvate le convenzioni di concessione di cui agli elenchi allegati, nel Decreto del 6/6/2007,  sottoscritte  con i soggetti aggiudicatari dei diritti per l’esercizio   di   punti   di   vendita  di  giochi  pubblici  e  per l’attivazione  della  rete  di gioco ippico e sportivo a distanza.  A tali contraenti  viene attribuita la qualifica di concessionari.


(Ministero dell’Economia e delle Finanze amministrazione autonoma dei monopoli di stato, Decreto 6/6/2007, pubblicato in G.U. n. 151 del 2/7/2007)


 



5) DISPOSIZIONI URGENTI IN MATERIA FINANZIARIA PUBBLICATE NELLA G.U.


E’ stato pubblicato nella G.U. il Decreto Legge 2/7/2007, n. 81 relativo a disposizioni urgenti in materia finanziaria.


(D.L. n. 81/2007, pubblicato in G.U. n. 151 del 2-7-2007 )


 



6) MUSEI: I SERVIZI INTEGRATIVI NON SONO  ESENTI DA IVA


L’attività di gestione dei servizi di integrazione del personale di sorveglianza, assistenza al pubblico e gestione di cassa presso alcuni musei comunali, esercitata da una società cooperativa aggiudicataria di un appalto indetto dall’ente locale, non è esente da Iva.


Ciò poiché, a fronte delle molteplici prestazioni rese (alcune dirette a integrare l’ordinaria gestione e il funzionamento dei musei, altre di carattere strettamente contabile), viene previsto, nel contratto stipulato, un corrispettivo unitario mensile in base alle ore complessivamente lavorate dal personale.


(Agenzia delle Entrate, Risoluzione del 03/07/2007 n. 149)


 


Vincenzo D’Andò


 


Luglio 2007


Partecipa alla discussione sul forum.