Novità fiscali del 25 luglio 2007. In evidenza: società di capitali: nomina di amministratore sotto forma di srl possibile senza intervento notarile, società di comodo: le migliorie su beni di terzi rientrano nel calcolo di operatività


1) SOCIETA’ DI CAPITALI: NOMINA DI AMMINISTRATORE SOTTO FORMA DI SRL POSSIBILE SENZA INTERVENTO NOTARILE


Società di capitale: La Camera di Commercio di Roma, ne ha accettato il 21/6/2007 l’atto di nomina di amministratore nella forma giuridica di altra società di capitali, anche nella fase successiva alla costituzione della società stessa, soltanto con la decisione dei soci senza l’intervento notarile.


Questo anche per l’assenza di una specifica clausola nell’atto costitutivo dell’amministrata. In sostanza, il Registro delle Imprese di Roma ha accolto la nomina a tempo indeterminato di un amministratore unico S.r.l. presso un’altra S.r.l., con contestuale designazione, da parte dell’amministratore di un rappresentante persona fisica.


La novità consiste, quindi, nella circostanza che oltre alla possibilità di potere nominare un amministratore, quale persona giuridica (e, non più, soltanto persona fisica), è possibile redigere l’atto di nomina e depositarlo senza ricorrere al notaio.


(Italia Oggi del 24/07/2007)



 


2) IL GIUDICE TRIBUTARIO NON PUO’ ANCHE GESTIRE UN CENTRO ELABORAZIONE DATI: LE DUE ATTIVITA’ SONO INCOMPATIBILI


La gestione di un CED è incompatibile con la funzione di giudice.


La tenuta e la custodia di scritture contabili, che un soggetto effettua come titolare di un Centro elaborazione dati, costituisce attività incompatibile, ex art. 8, comma 1, lett. i), del D. Lgs. n. 545/1992, con l’esercizio dell’incarico di giudice tributario, anche nel caso in cui non si occupa in prima persona degli aspetti fiscali delle scritture contabili che registra.


(Consiglio di Stato Sentenza, Sez. IV, 27/06/2007, n. 3760)


 



3) ICI SULLE PERTINENZE DI FABBRICATI: SUL DATO CATASTALE PREVALE LA DESTINAZIONE EFFETTIVA


Per la normativa sull’imposta comunale immobili, un fabbricato per potere avere la natura di pertinenza, ai sensi dell’art. 2, D.Lgs. n. 504/1992, deve essere destinato effettivamente e concretamente al servizio, o all’ornamento di un altro immobile.


In tale caso non assume rilevanza la distinta iscrizione in catasto della pertinenza e del fabbricato, né il regime di edificabilità che lo strumento urbanistico eventualmente attribuisca all’area pertinenziale.


(Cassazione civile Sentenza, Sez. trib., 13/07/2007, n. 15739)


 



4) DIVIDENDI VERSATI A FONDI PENSIONE ESTERI: LA COMMISSIONE UE ADOTTA MISURE NEI CONFRONTI DELL’ITALIA


La Commissione europea ha inviato all’Italia una richiesta di informazioni in forma di lettera di costituzione in mora, riguardante le norme in base alle quali i dividendi versati a fondi pensione esteri possono essere sottoposti ad un’imposizione più elevata rispetto ai dividendi versati a fondi pensione nazionali.


(Comunicato stampa Commissione UE 23/07/2007, n. IP/07/1152)


 



5) TITOLI DI “VIAGGIO”: SONO FISCALMENTE VALIDI ANCHE GLI SKIPASS ACQUISTATI “A DISTANZA”, ATTRAVERSO INTERNET O CON SMS


I titoli di “viaggio” utilizzati dagli sciatori per accedere agli impianti di risalita sono fiscalmente validi, anche se consistono in tessere plastificate dotate di microprocessore, sulle quali è possibile modificare i dati necessari per la verifica della legittimità del documento da parte sia del personale delle aziende emittenti sia dei funzionari pubblici. Validi anche gli skipass acquistati “a distanza”, attraverso internet o con sms, sui quali non è possibile stampare gli elementi richiesti dalla normativa, se correttamente annotati in contabilità.


(Agenzia delle Entrate, Risoluzione n. 178/E del 24/07/2007)


 



6) IMPOSTA DI REGISTRO: SI APPLICA SEPARATAMENTE SULL’AFFITTO DEL FONDO SULLA CESSIONE TEMPORANEA DEGLI AIUTI COMUNITARI


I diritti all’aiuto previsti dalla disciplina comunitaria a favore dell’agricoltura non costituiscono pertinenza del terreno, per cui, in caso di affitto dei titoli, l’imposta di registro è dovuta, separatamente, per l’affitto del fondo rustico e per la cessione temporanea dei titoli.


L’Agenzia delle Entrate ha fornito i chiarimenti sul regime tributario degli aiuti introdotti dalla riforma della Politica agricola comune (PAC), a seguito all’istanza di interpello presentata da un Centro autorizzato di assistenza agli agricoltori.


(Agenzia delle Entrate, Risoluzione n. 179/E del 24/07/2007)


 



7) SOCIETA’ DI COMODO: LE MIGLIORIE SU BENI DI TERZI RIENTRANO NEL CALCOLO DI OPERATIVITÀ


Gli oneri capitalizzati come “migliorie su beni di terzi” e iscritti nello stato patrimoniale tra le immobilizzazioni immateriali, nella voce B) I 7), vanno presi in considerazione nell’applicazione della percentuale del 15% ai fini della verifica del calcolo di operatività.


L’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti sulla voce contabile delle “altre immobilizzazioni”, nell’ambito della disciplina delle società non operative.


(Agenzia delle Entrate, Risoluzione n. 180/E del 24/07/2007)


 



8) RIQUALIFICAZIONE URBANA: NON SPETTA L’AGEVOLAZIONE FISCALE SE IL PIANO PREVEDE INTERVENTI SU AREE NON EDIFICATE


Le cessioni di immobili compresi in programmi di riqualificazione urbana che non presentano finalità di recupero del patrimonio edilizio esistente (e, quindi, non assimilabili ai piani di cui agli artT. 27 e seguenti della legge n. 457/1978) non beneficiano delle agevolazioni fiscali per l’edilizia abitativa (imposte di registro, ipotecaria e catastale in misura fissa).


Inoltre, il conferimento di tali immobili a una Srl unipersonale genera, ai fini delle imposte dirette, plusvalenza da assoggettare a tassazione tra i redditi diversi.


(Agenzia delle Entrate, Risoluzione n. 181/E del 24/07/2007) 


 


9) MODELLO F24: ATTRIBUITI NUOVI CODICI ENTE TERRITORIALE


 Vanno utilizzati per riversare l’imposta sostitutiva sui proventi dei titoli obbligazionari “locali”.


E’ stata aggiornata la Tabella T3 da utilizzare per il riversamento dell’imposta sostitutiva sui proventi dei titoli obbligazionari emessi dagli enti territoriali.


In particolare, sono stati aggiunti i codici “00FC” per la Provincia di Forlì-Cesena e “B832” per il Comune di Carrara.


Si devono insere nella “sezione erario” del modello F24, nel campo “rateazione/regione/provincia”, in corrispondenza dell’indicazione del codice tributo 1241.


I nuovi codici potranno essere usati dal quinto giorno lavorativo successivo alla data della risoluzione.


(Agenzia delle Entrate, Risoluzione n. 182/E del 24/07/2007)


 


10) CONSORZI DI BONIFICA: L’IVA E’ RIDOTTA AL 10% SUGLI IMPIANTI IRRIGUI, CIO’ POICHE’ PER LA COMMISSIONE EUROPEA NON SI TRATTA DI AIUTO DI STATO


L’aliquota Iva al 10% sulle forniture di “energia elettrica per il funzionamento degli impianti irrigui, di sollevamento e di scolo delle acque, utilizzati dai consorzi di bonifica e di irrigazione” si applica già a partire dall’entrata in vigore della legge finanziaria 2006.


Lo ha reso noto l’Agenzia delle Entrate, con la risoluzione n. 183/E, non essendo necessaria l’autorizzazione della Commissione europea ai fini della compatibilità con il trattato Ue in materia di aiuti di Stato, dal momento che la stessa ha stabilito che la “misura notificata non costituisce aiuto”.


(Agenzia delle Entrate, Risoluzione n. 183/E del 24/07/2007)


 


Vincenzo D’Andò


 


Luglio 2007


Partecipa alla discussione sul forum.