TRASPORTO: dal 1° gennaio 2007 le nuove sanzioni includono i tempi di guida


Il decreto del Ministero della giustizia del 29 dicembre 2006 adegua gli importi delle sanzioni amministrative pecuniarie conseguenti a violazioni del Codice della Strada, incluse quelle relative ai tempi di guida e ai riposi dei conducenti di autoveicoli, così come fissati dal Regolamento n. 3820/ CEE/1985, nonché quelle relative all’apparecchio di controllo cronotachigrafo, istituito dal Regolamento n. 3821/CEE/1985 e successive modifiche ed integrazioni.


 


A partire dal 1° gennaio 2007, le sanzioni minime, adeguate con cadenza biennale in base alla variazione dell’indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati, in ambito di circolazione stradale osservano l’importo fisso di € 22,00.


Gli organi pubblici preposti al controllo e all’irrogazione delle sanzioni sono coordinati dal Ministero dell’interno e dal Ministero del lavoro e della previdenza sociale; specificatamente, i Servizi Ispezione del lavoro, presso le Direzioni provinciali del lavoro, nell’ambito della propria competenza territoriale, esercitano la vigilanza in materia di tempi di guida, sulla base: dei fogli di registrazione, per i veicoli muniti di apparecchio di controllo (cronotachigrafo analogico e digitale); dei registri di servizio, per i veicoli sprovvisti di cronotachigrafo, le cui violazioni sono punite dal Codice della Strada e dalla legge n. 727/1978.


 


Si espongono di seguito alcune fattispecie sanzionatorie, elencate per gruppi omogenei:


 


1.     Le violazioni in materia di periodi di guida, di interruzione e di riposo, di cui, rispettivamente, agli artt. 6, 7 e 8 del Reg. CEE n. 3820/1985, sono sanzionate diversamente a seconda dell’autore del fatto illecito:


Ø     a carico del conducente, l’art. 174, c.  4 e 5, DLGS n. 285/1992 prevede la sanzione amministrativa pecuniaria da 143,00 a € 570,00, per ciascun illecito commesso;


Ø     a carico dell’impresa, in base all’art. 15 Reg. CEE n. 3820/1985 a cui vanno ad aggiungersi le violazioni relative ai divieti di compensi, art. 10 Reg. CEE n. 3820/1985, l’art. 174, c. 9, DLGS n. 285/1992 prevede la sanzione amministrativa pecuniaria da74,00 a € 296,00, per ciascun illecito commesso;


Ø     a carico degli altri membri dell’equipaggio (per le sole violazioni relative ai periodi di riposo, giornaliero e settimanale), l’art. 174, c. 6, DLGS n. 285/1992 prevede la sanzione amministrativa pecuniaria da 22,00 a € 88,00, per ciascun illecito commesso.


2.     Per i veicoli sprovvisti di apparecchio di controllo, le violazioni in materia di periodi di guida, di interruzione e di riposo, di cui, rispettivamente, agli artt. 6, 7 e 8, Reg. CEE n. 3820/ 1985, nonché le violazioni in materia di orario e registro di servizio per i trasporti di viaggiatori, di cui all’art. 14, Reg. CEE n. 3820/1985, sono anche sanzionate a seconda dell’autore del fatto illecito:


Ø     a carico del conducente e degli altri membri dell’equipaggio, l’art. 178, c. 3, DLGS n. 285/1992 prevede la sanzione amministrativa pecuniaria da 143,00 a € 570,00, per ciascun illecito commesso;


Ø     a carico dell’impresa, cui vanno ad aggiungersi le violazioni relative ai divieti di compensi l’art. 178, c. 6, DLGS n. 285/1992 prevede la sanzione amministrativa pecuniaria da 148,00 a € 594,00, per ciascun illecito commesso.


3.     Relativamente all’apparecchio di controllo cronotachigrafo le violazioni, di cui all’art. 179, c. 2, DLGS n. 285/1992, osservano una sanzione amministrativa pecuniaria, sia a carico del conducente che dell’impresa, da 742,00 a € 2.970,00, per ciascun illecito commesso; mentre le violazioni riguardanti l’utilizzo dell’apparecchio e dei fogli di registrazione, sono punite, sia a carico del conducente che dell’impresa, con la sanzione amministrativa pecuniaria di € 22,00, per ciascun illecito commesso.


 


E’ utile ricordare che il trasgressore è può pagare, ai sensi dell’art. 202 del DLGS n. 285/1992, una sanzione in misura ridotta, pari al minimo edittale, entro il termine perentorio di 60 giorni dalla contestazione/notificazione della violazione.


 


Febbraio 2007


Partecipa alla discussione sul forum.