Gestione separata INPS: i contributi dei collaboratori

I datori di lavoro parasubordinato che hanno omesso versamenti contributivi concernenti i compensi erogati, o li hanno fatti in misura insufficiente negli anni 2001, 2002 e 2004, risultanti dal confronto tra pagamenti e denunce annuali di modelli GLA R-C presentati negli anni 2002, 2003 e 2005,  stanno per ricevere gli avvisi di pagamento relativi. Nella lettera di avviso saranno richieste le somme a titolo di contributi riservandosi l’INPS, con successiva comunicazione, di richiedere le sanzioni calcolate con le norme attualmente in vigore.


Gli interessati, nel caso in cui avessero già pagato in tutto o in parte la somma richiesta, dovranno trasmettere copia dell’avvenuto pagamento alla sede INPS, anche a mezzo fax o call-center, o recandosi in loco. In caso contrario, vengono invitati a versare l’importo richiesto entro 30 giorni dal ricevimento della lettera, utilizzando il modello unificato F24, compilandolo come nell’esempio riportato nella stessa lettera.


Sempre entro 30 giorni, potranno presentare una domanda di dilazione, comprensiva di ogni altro eventuale debito, con le modalità indicate nella domanda stessa.


E’ utile evidenziare che il decreto Bersani (Dl n. 223/ 2006, convertito con modificazioni in legge n. 248/2006), ha allungato di un anno la prescrizione della contribuzione per gli iscritti alla gestione dei parasubordinati per quanto concerne l’anno 1996. La nuova scadenza è il 31 dicembre 2007.


 


Fac-simile del testo della lettera:


 


[RACCOMANDATA A.R.


 


Oggetto: Gestione separata – Avviso di pagamento


 


Vi informiamo che dal confronto tra i modelli Gla e i relativi pagamenti risulta che la vostra ditta ha un debito verso l’Inps di euro………….……, per contributi  previdenziali riguardanti la Gestione Separata per i lavoratori parasubordinati.


Maggiori dettagli li troverete nel prospetto allegato.


Con una successiva lettera vi saranno comunicate le sanzioni calcolate secondo la legge in vigore.


Nel caso in cui aveste già pagato in tutto o in parte la somma richiesta, vi chiediamo di trasmettere copia della documentazione alla nostra sede, con il mezzo che ritenete più opportuno (fax, call-center, uffici Sede).


In caso contrario, vi invitiamo a versare l’importo indicato entro 30 giorni dal ricevimento di questa lettera, utilizzando il modello unificato F24 e compilandolo come nell’esempio riportato sotto.


Entro lo stesso termine potrete presentare una domanda di dilazione, comprensiva di ogni altro eventuale debito, con le modalità indicate nella domanda stessa.


Il modulo per richiedere la dilazione è disponibile su internet al sito www.inps.it, mentre potrete trovare il modello F24 presso tutti gli uffici postali e gli istituti bancari.


Questa lettera ha effetto interruttivo della prescrizione ai sensi dell’art. 2943 del Codice civile.


 


Il direttore]


 


Ottobre 2006

Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it