Il nuovo modello di denuncia aziendale per il settore agricolo


Le aziende agricole assuntrici di manodopera dovranno presentare esclusivamente in via telematica: denuncia aziendale, comunicazione di assunzione e dichiarazione trimestrale di manodopera. Per il servizio, ci si può avvalere anche dei soggetti previsti dall’art. 1, legge 12/79 (fra i quali i consulenti del lavoro) e delle associazioni alle quali il datore di lavoro aderisca o conferisca mandato. Lo stabilisce la legge n. 81 dell’11.3.2006 di conversione del Dl 10.1.2006, n. 2, recante interventi urgenti per i settori dell’agricoltura, dell’agroindustria, della pesca nonché in materia di fiscalità d’impresa.


 


L’INPS, nella circolare, fornisce i criteri applicativi riguardanti il nuovo modello di denuncia aziendale (Da). In esso trova spazio la nuova figura di imprenditore agricolo professionale (IAP) che sostituisce integralmente la vecchia di imprenditore agricolo a titolo principale (IATP), introdotta dal DLGS 29.3.2004, n. 99,  in attuazione della legge n. 38/2003.


 


E’ imprenditore agricolo professionale colui il quale, in possesso di conoscenze e competenze professionali ai sensi dell’art. 5 del reg. Ce n. 1257/1999 del Consiglio, del 17.5.99, dedichi alle attività agricole di cui all’art. 2135 c.c., direttamente o in


qualità di socio di società, almeno il 50% del proprio tempo di lavoro complessivo o che ricavi dalle attività medesime almeno il cinquanta per cento del proprio reddito globale da lavoro.


 


Novità importanti da segnalare:


 


1.     trasmissione telematica dei dati mediante Internet;


2.     introduzione del CIDA (Codice Identificativo Denuncia Aziendale) che, attribuito direttamente dalla procedura a seguito della trasmissione telematica della “Da”, diventa l’identificativo univoco dell’azienda e dovrà essere utilizzato anche in occasione della trasmissione dei registri d’impresa nonché del modello Dmag-Unico.


 


Il modello è suddiviso in pagine e ripartito in 17 quadri; ogni quadro è contrassegnato da una lettera maiuscola dell’alfabeto e da un titolo. All’inizio di ogni pagina successiva alla prima viene riportato dalla procedura, in automatico, il codice CIDA. 


 


Per le aziende di nuova costituzione la trasmissione è cominciata a partire dall’1/7/2006 (art. 1, c. 8, l. 81/2006), anche se, fino a quando non sarà terminata la fase sperimentale, si continuerà a presentare il modello cartaceo con l’impegno alla ripresentazione telematica, integrata di eventuali nuovi dati richiesti, non appena sarà disponibile la procedura. Le aziende in attività alla data del 30/6/2006 devono ripresentare la denuncia aziendale limitatamente ai quadri A), B), C), F), G), H) e parzialmente al quadro E) (imprese senza terra, utilizzo di contoterzisti). Relativamente ai quadri F) e G), inoltre, non sono obbligate all’indicazione dei dati contrattuali.


La data ultima dalla quale partire con la nuova procedura, salvo ulteriori proroghe, è l’1/11/2006.


Settembre 2006


Partecipa alla discussione sul forum.