Verifica annuale per il bonus assunzioni


Il credito d’imposta per incrementi occupazionali sta esaurendo i propri effetti: potrà essere applicato solo fino al 31 dicembre 2006 (art. 63, legge n. 289/2002).


 


Per mantenere il diritto ad utilizzare il credito d’imposta, autorizzato dall’Agenzia delle Entrate di Pescara, per il periodo dal 1° agosto al 31 dicembre 2006, occorre procedere alla consueta verifica annuale sull’effettivo incremento di personale; si deve confrontare la media dei lavoratori occupati, a tempo indeterminato e determinato,  nel periodo 1° agosto 2005-31 luglio 2006, con la media dei lavoratori occupati, a tempo indeterminato e determinato, nel periodo storico di riferimento 1° agosto 2001-31 luglio 2002 (art. 7, comma 2, legge n. 388/2000 – circolare Agenzia


delle Entrate n. 11/2003).


 


I lavoratori agevolabili sono quelli in soprannumero rispetto alle medie calcolate come sopra indicato, per i quali è possibile usufruire del credito, mediante compensazione in F24.


 


Qualora, invece, dal citato confronto emerga un risultato pari a zero o negativo, il datore di lavoro decade dal beneficio, e non potrà più utilizzare i crediti d’imposta che maturerebbe dal 1° agosto 2006 per i lavoratori agevolabili assunti nei periodi precedenti. Tuttavia, la decadenza del beneficio, non significa che il datore di lavoro sia tenuto a restituire il credito utilizzato precedentemente la verifica (peraltro, se non è ancora stato speso, può essere utilizzato entro il 16 gennaio 2007), e se dovesse procedere a nuove assunzioni, potrebbe ripresentare il modello ICO per ottenere un nuovo credito d’imposta.


 


Si ricordano le modalità operative del modello ICO:


le istanze per l’attribuzione del credito d’imposta per gli incrementi occupazionali rilevati a decorrere dal mese di gennaio 2006 devono essere presentate utilizzando la versione 2.0.0 del prodotto informatico di gestione denominato “Creditoccupazione”. Il contributo può essere richiesto anche per gli incrementi realizzati nel 2003, nel 2004 e nel 2005 presentando l’istanza per ciascun anno di decorrenza del credito.


Le istanze devono essere redatte sul modello ICO, approvato con provvedimento del Direttore dell’Agenzia dell’Entrate del 30 gennaio 2003.


I codici tributo utilizzabili per la fruizione del credito d’imposta concesso sono:


1.     6752 – 6753 – 6754 rispettivamente per il credito di euro 100, 150 e 300 maturato dai “vecchi datori di lavoro” nell’anno 2003  in relazione all’ulteriore incremento occupazionale rispetto alla misura massima rilevata alla data del 7 luglio 2002;


2.     6755 – 6756 – 6757 rispettivamente per il credito di euro 100, 150 e 300 maturato a decorrere dall’anno 2003 dai “nuovi datori di lavoro” e dall’anno 2004 dai “vecchi datori di lavoro” in relazione agli incrementi occupazionali rispetto alla base occupazionale media del periodo 1.8.2001-31.7.2002.


 


Luglio 2006


Partecipa alla discussione sul forum.