Il Commercialista Telematico per l’Ente Locale


L’evoluzione continua del “sistema-Ente Locale” comporta per le Amministrazioni una sempre maggiore attenzione per la gestione ottimale delle risorse economiche (particolarmente in relazione ai vincoli derivanti dal patto di stabilità) e delle attività operative riferibili all’azione istituzionale (comprensive di numerosi adempimenti).


 


Le dinamiche di trasformazione sono peraltro evidenti e rilevanti: si pensi all’impatto delle ultime Leggi Finanziarie, del Codice dei contratti pubblici e, da ultimo, del D.L. n. 233/2006 (con norme incidenti su modelli gestionali dei servizi e sulle interazioni con i soggetti privati).


 


Il Commercialista Telematico ha attivato delle linee di approfondimento sviluppate dai suoi collaboratori, su una serie di profili strategici, nell’intento di offrire agli Enti Locali che ne abbiano interesse un’ampia gamma di servizi consulenziali e formativi utili per far fronte all’aumentata complessità del sistema.


 


Il network creato dal Commercialista Telematico è ramificato sulla quasi totalità del territorio nazionale; si avvale di professionalità ai più alti livelli e di comprovata esperienza. Il servizio internet – attivo sulla rete fin dal luglio 1995 (200.000 visite/mese per oltre 700.000 pagine/mese visitate) – consente sia di percepire l’ottimo livello di preparazione dei professionisti coinvolti sia di avere già qualche interessante indicazione di strumenti utilizzabili e di soluzioni a possibili problematiche.


 


 


 


 


 


Il gruppo di consulenti specializzati può realizzare interventi di supporto e di analisi consulenziale su temi particolarmente delicati, quali:


 


– l’esternalizzazione di servizi e di attività strumentali, mediante ricorso a soluzioni tattiche (appalti e concessioni di servizi) o a trasformazioni gestionali (come la costituzione di Società, di Fondazioni, di Aziende Speciali e di Istituzioni);


 


– la gestione degli appalti, a fronte delle innovazioni prodotte dal Codice dei contratti pubblici (D. Lgs. n. 163/2006);


 


– l’impostazione e la verifica delle linee di pianificazione strategica, nonché la loro traduzione per obiettivi;


 


– il controllo di gestione e il controllo strategico, soprattutto per analizzare le dinamiche di sviluppo e di azione rispetto al patto di stabilità interno;


 


– l’analisi del patrimonio dell’Ente Locale, ormai da considerarsi come leva strategica in ambito economico-finanziario;


 


– la gestione operativa dei tributi locali (ICI), dei canoni (COSAP), delle tariffe (per i servizi alla persona, per i servizi a rilevanza economica), dei processi di trasformazione di alcuni corrispettivi di servizio (come il passaggio dalla TARSU alla TIA per i rifiuti);


 


– la gestione delle principali problematiche fiscali riferibili all’attività dell’Ente Locale (IRAP, IVA);


 


– il processo tributario.


 


Agli interventi consulenziali possono essere affiancati o prodotti in alternativa percorsi formativi residenziali, anche con taglio pratico (workshop).


 


Le proposte, inoltre, possono essere adattate alle esigenze dei singoli Enti, sulla base di analisi strutturate rispetto ai contesti specifici.


 


       Ci permettiamo pertanto di proporre la disponibilità del nostro network qualora i servizi offerti possano essere ritenuti di interesse per l’Ente.


 Luglio 2006



Roberto Pasquini


pasquini @ https://www.commercialistatelematico.com


Partecipa alla discussione sul forum.