Procedura per i crediti d’imposta nuove assunzioni dal 2006

La legge finanziaria 2006 ha riconfermato i crediti d’imposta per incrementi occupazionali, pur con piccole modifiche. Esaminiamone le caratteristiche:   Il beneficio spetta a tutti i datori di lavoro che assumeranno, entro il 31 dicembre 2006, lavoratori con contratto a tempo indeterminato con i seguenti requisiti: ·        età superiore a 25 anni; ·        disoccupazione da […]

La legge finanziaria 2006 ha riconfermato i crediti d’imposta per incrementi occupazionali, pur con piccole modifiche. Esaminiamone le caratteristiche:


 


Il beneficio spetta a tutti i datori di lavoro che assumeranno, entro il 31 dicembre 2006, lavoratori con contratto a tempo indeterminato con i seguenti requisiti:


·        età superiore a 25 anni;


·        disoccupazione da almeno 24 mesi;


·        rispetto, da parte dell’azienda, degli obblighi di natura economica previsti dal contratto collettivo nazionale di riferimento.


I nuovi assunti devono risultare in eccedenza rispetto alla media dei dipendenti, già in forza con contratto a tempo indeterminato, dal 1° agosto 2001 al 31 luglio 2002.


L’importo del credito è di €. 100 per i lavoratori di età non superiore a 45 anni, e di €. 150 per i lavoratori di età superiore a 45 anni. Nei territori  svantaggiati gli importi sono incrementati di altri € 300,00. Il beneficio non può eccedere i limiti stabiliti dalla legge.


 


Per poter accedere al credito, dal 1° gennaio 2003, bisogna inoltrare una richiesta formale, da parte del datore di lavoro, al centro operativo di Pescara, utilizzando il modello appositamente predisposto (modello Ico) in cui si devono indicare tutti gli elementi utili per consentire la verifica di legittimità della richiesta e la sua compatibilità con le risorse destinate: base occupazionale di riferimento,  il numero, la tipologia, la decorrenza e la data di assunzione.


 


Per rendere più flessibile la gestione da parte dei datori di lavoro, ed un controllo più rigoroso sull’effettivo utilizzo dei fondi da parte dell’Amministrazione, il comma 412 della legge finanziaria 2006 ha integrato le procedure stabilite dall’art. 63 della precedente legge n. 289 del 2002.


Nessun adempimento è previsto qualora le assunzioni siano già state effettuate prima dell’invio del modello Ico. In tal caso, infatti, i nominativi e gli altri dati richiesti sono già inseriti nella richiesta di autorizzazione. Qualora, invece, al momento dell’invio del modello Ico i lavoratori per i quali è stato chiesto il credito non siano ancora in forza, il datore di lavoro è tenuto entro 30 giorni dalla comunicazione dell’accoglimento dell’istanza da parte dell’Agenzia delle Entrate:


·        a procedere alle assunzioni;


·        a completare la domanda con i dati identificativi del lavoratore assunto.


L’omissione di tale adempimento comporta la decadenza dell’accoglimento della richiesta, quindi al beneficio stesso. 


Febbraio 2006

Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it