L’amministratore di condominio – indagine n. 3 del Rag. Roberto Mazzanti


PREMESSA:

Apriamo oggi la terza delle indagini a cui è dedicata questa rubrica de “il commercialista telematico”; se l’argomento che vi propongo è di vostro interesse, inviate i documenti, commenti, pensieri e ricerche al mio indirizzo di posta elettronica (studio.rmazzanti@libero.it).

Faremo insieme una ricerca approfondita, al termine della quale l’indagine sarà chiusa e le sue conclusioni saranno pubblicate.

Sarà un’occasione per approfondire temi controversi e sentieri poco battuti del diritto tributario. Lo scopo è di rendere questa rubrica uno spazio di utilità comune a tutti i frequentatori del sito.

IL CASO:
In questo lavoro tratteremo la figura dell’amministratore di condominio e tracceremo un quadro completo di quest’attività.

Ecco le domande a cui cercheremo di rispondere:
Quando occorre aprire la partita Iva e che contabilità tenere?

Che tipo di reddito produce?

Una società può assumere l’incarico di amministrare un condominio?

Quali sono le caratteristiche principali della sua attività e le sue responsabilità?

Quali tasse e quali contributi previdenziali deve pagare?

Con quali attività è incompatibile quella di amministratore condominiale?

L’indagine è aperta.

Data 20 dicembre 2005
Roberto Mazzanti (Studio.rmazzanti@libero.it)
Ragioniere Commercialista
Tel.0533-381252 – Fax 0533-382296


Partecipa alla discussione sul forum.