CONTRIBUTI I.V.S. 2005 – INPS PER ARTIGIANI E COMMERCIANTI


LE SCADENZE


 


1.      16 Maggio 2005: 1′ rata – contributi calcolati sul reddito minimo


2.      20 Giugno 2005: 1′ acconto 2005 sul reddito eccedente quello minimale (e saldo del 2003)


3.      16 Agosto 2005: 2′ rata – contributi calcolati sul reddito minimo


4.      16 Novembre 2005: 3′ rata – contributi calcolati sul reddito minimo


5.      30 Novembre 2005: 2′ acconto 2005 sul reddito eccedente quello minimale


6.      16 Febbraio 2006: 4′ rata – contributi calcolati sul reddito minimo


7.      Giugno 2006 (nei termini previsti per il pagamento dell’IRPEF): conguaglio a saldo contributi 2005


I versamenti devono essere effettuati attraverso il modello di pagamento unificato F24 ed è possibile la compensazione con eventuali altri crediti. TUTTI GLI IMPORTI DEVONO ESSERE ARROTONDATI ALL’UNITA’ DI EURO.


In caso di contribuzione dovuta solo per una parte di anno il contributo viene rapportato a mese.


Il contributo di maternità per l’intero anno 2005 è pari a € 7,44, rapportabile a mese (€ 0,62 mensili), già compreso negli importi minimali prestampati dall’INPS nei moduli inviati a domicilio.


Si applica la riduzione del 50% dei contributi ai pensionati con più di 65 anni (a loro richiesta).


I soci di S.R.L. che prestano la loro opera all’interno della società – e pertanto iscritti alla gestione artigiani o commercianti – devono calcolare l’importo dovuto sulla loro quota parte di reddito “fiscale” d’impresa dichiarato dalla S.R.L., indipendentemente dall’effettiva percezione dei dividendi o da eventuali accantonamenti a riserva.


Gli “affittacamere”, iscritti alla gestione commercianti, pagano i contributi sul reddito effettivo, anche se inferiore al minimale.


                     ARTIGIANI


REDDITI


reddito minimo su cui calcolare il contributo: € 13.133,00


reddito massimo su cui calcolare il contributo:


– € 64.402,00 per gli iscritti alla gestione INPS prima del 1′ gennaio 1996


– € 84.049,00 per chi si è iscritto DOPO il 1′ gennaio 1996


ATTENZIONE: i contributi devono essere conteggiati su tutti i redditi d’impresa e non soltanto su quello dell’attività che ha dato titolo all’iscrizione (è un problema che incontrano coloro che esercitano più attività)


ALIQUOTE



  • 17,20% per redditi fino a € 13.133,00: contributo minimo pari a € 2.258,88;

  • 17,20% per redditi compresi tra € 13.133,01 e € 38.641,00;

  • 18,20% per redditi compresi tra € 38.641,01 e € 64.402,00/€ 84.049,00 (oltre a tale cifra di reddito non si paga nulla)

MASSIMALE


Per coloro che hanno iniziato l’attività prima del 1′ gennaio 1996, il contributo massimo ammonta pertanto a € 11.334,75 annue per i titolari di qualunque età e a € 9.402,69 per i collaboratori di età non superiore a 21 anni.


ATTENZIONE: ISCRITTI DOPO IL 1′ GENNAIO 1996


I soggetti che si sono iscritti – per la prima volta – dopo il 1′ gennaio 1996 sono soggetti a redditi massimali diversi e più elevati rispetto agli iscritti “più anziani”: per il 2005 hanno un massimale di € 84.049,00.


Inoltre, in caso di iscrizione per periodi inferiori all’anno, non possono rapportare a mese il massimale.


GIOVANI COLLABORATORI


Per i collaboratori di età non superiore ai 21 anni, le aliquote di cui sopra sono ridotte rispettivamente al 14,20% e al 15,20%, tre punti in meno, fino al mese – compreso – di compimento dei 21 anni.


 


COMMERCIANTI


REDDITI


reddito minimo su cui calcolare il contributo: € 13.133,00


reddito massimo su cui calcolare il contributo:


– € 64.402,00 per gli iscritti alla gestione INPS prima del 1′ gennaio 1996


– € 84.049,00 per chi si è iscritto DOPO il 1′ gennaio 1996


ATTENZIONE: i contributi devono essere conteggiati su tutti i redditi d’impresa e non soltanto su quello dell’attività che ha dato titolo all’iscrizione (è un problema che incontrano coloro che esercitano più attività)


 


ALIQUOTE



  • 17,59% per redditi fino a € 13.133,00: contributo minimo pari a € 2.310,09;

  • 17,59% per redditi compresi tra € 13.133,01 e € 38.641,00;

  • 18,59% per redditi compresi tra € 38.641,01 e € 64.402,00/€ 84.049,00 (oltre a tale cifra di reddito non si paga nulla)

MASSIMALE


Per coloro che hanno iniziato l’attività prima del 1′ gennaio 1996, il contributo massimo ammonta pertanto a € 11.585,92 annue per i titolari di qualunque età e a € 9.653,86 per i collaboratori di età non superiore a 21 anni.


ATTENZIONE: ISCRITTI DOPO IL 1′ GENNAIO 1996


I soggetti che si sono iscritti – per la prima volta – dopo il 1′ gennaio 1996 sono soggetti a redditi massimali diversi e più elevati rispetto agli iscritti “più anziani”: per il 2003 hanno un massimale di € 84.049,00.


Inoltre, in caso di iscrizione per periodi inferiori all’anno, non possono rapportare a mese il massimale.


GIOVANI COLLABORATORI


Per i collaboratori di età non superiore ai 21 anni, le aliquote di cui sopra sono ridotte rispettivamente al 14,59% e al 15,59%, tre punti in meno, fino al mese, compreso, di compimento dei 21 anni.


 


marzo 2005


 


 


Partecipa alla discussione sul forum.