Allargamento dell’Unione Europea – periodicità di presentazione dei modelli INTRASTAT


ALLARGAMENTO DELL’UNIONE EUROPEA – PERIODICITA’ DI PRESENTAZIONE DELL’INTRASTAT


 


Con circolare n. 39/E del 5 agosto 2004 il Ministero ha fornito nuove precisazioni in merito alla corretta compilazione dei modelli intrastat a seguito dell’allargamento dell’Unione Europea ai 10 nuovi Paesi entrati a farne parte:


– Cipro


– Estonia


– Lettonia


– Lituania


– Malta


– Polonia


– Repubblica Ceca


– Slovacchia


– Slovenia


– Ungheria


 


Questo allargamento consente lo scambio di merci tra tutti i 25 Paesi aderenti all’Unione senza particolari formalità.


 


Dal 1′ maggio 2004 le aziende che vendono o acquistano beni da uno dei “nuovi” Paesi devono trattare le vendite o gli acquisti come operazioni intracomunitarie e compilare conseguentemente il modello intrastat.


 


Uno dei punti trattati dalla circolare è quello della cadenza periodica della presentazione dei modelli, mensile, trimestrale, annuale. A questo scopo viene ricordato che per stabilire la periodicità della presentazione occorre fare riferimento all’ammontare degli scambi effettuati con gli altri Stati Comunitari nel corso dell’anno precedente.


(per approfondimenti circa la periodicità di presentazione si veda sul sito del Commercialista Telematico l’articolo SEMPLIFICAZIONI AI MODELLI INTRASTAT)


 


Pertanto, coloro che già dal 2003 hanno effettuato scambi intracomunitari faranno riferimento all’ammontare di tali scambi SENZA CONSIDERARE LE OPERAZIONI DI IMPORTAZIONE ED ESPORTAZIONE EFFETTUATE DA/VERSO I “NUOVI” 10 PAESI e proseguiranno pertanto, per l’anno 2004, con la cadenza di presentazione già programmata.


 


Un caso diverso è quello di coloro che nel corso del 2003 non hanno effettuato operazioni intracomunitarie ma ne hanno fatte nel periodo 1′ gennaio 2004 – 30 aprile 2004: la periodicità è rapportata all’ammontare degli scambi che l’operatore PRESUME di realizzare nel 2004, senza considerare eventuali scambi che interverranno con i 10 “nuovi” Paesi dopo il 1′ maggio 2004.


 


Lo stesso tipo di presunzione dovrà essere effettuata da coloro i quali avviano scambi intracomunitari con uno dei 25 Paesi aderenti all’Unione Europea dopo il 1′ maggio 2004: a seconda dei volumi di scambi che si presume di raggiungere nel corso del 2004 verrà determinata la cadenza di presentazione di questa prima annualità.


 


Gli operatori hanno in ogni caso la facoltà di presentare i modelli intrastat mensilmente, anche nel caso in cui la naturale cadenza sia trimestrale o annuale, ovvero di presentarli trimestralmente pur se l’obbligo sarebbe annuale.


 


 


clicca qui per visualizzare il testo della circolare n. 39/E


 


 


agosto 2004 


 


 


Partecipa alla discussione sul forum.