Cerca in Commercialista Telematico


Ricerca in corso...

Contenzioso e processo tributario
Accertamento con adesione e sospensione dei termini generano sempre incroci pericolosi. Analizziamo un caso di gestione dei termini in cui si incastrano accertamento con adesione e sospensione feriale

Contenzioso e processo tributario
L'accertamento con adesione è uno strumento sempre più utilizzato nella definizione dei contenziosi tributari. In questo articolo segnaliamo alcune recenti sentenze di Cassazione che trattano l'argomento e segnano importanti principi.

Contenzioso e processo tributario IRPEF
Quando si affronta il giudizio di separazione, occorre produrre le ultime tre dichiarazioni dei redditi per consentire al giudice di effettuare un accertamento sul reddito di ogni coniuge e, quindi, di decidere sugli assegni di mantenimento ai figli e al coniuge bisognoso.

IRES Modello Redditi - Unico
La figura giuridica del trust prevede, per effetto della determinazione di un settlor (disponente) e in capo a un trustee, l’esercizio di un potere e il sorgere di un obbligo, di cui quest’ultimo deve rendere conto, di amministrare, gestire o disporre dei beni in conformità alle disposizioni del trust e secondo le norme imposte dalla legge al trustee, in vista di una particolare finalità (trust di scopo) o a vantaggio di un determinato beneficiario (trust con beneficiario).
Il trust ai fini fiscali è un soggetto IRES, nonché “centro di imputazione” di rapporti giuridici suscettibile di creare peculiari effetti valutabili in sede di controllo fiscale e accertamento, con alcune sostanziali differenze, però, dipendenti dalla sua qualificazione come trust opaco (autonomo soggetto di imposta) o trasparente (con imputazione diretta dei redditi prodotti in capo ai beneficiari individuati).

Contenzioso e processo tributario
A seguito delle modifiche intervenute con il Decreto Rilancio occorre distinguere le proroghe dei termini di decadenza delle notifiche degli avvisi di accertamento dell’Agenzia delle entrate e degli Enti territoriali: analisi degli aspetti dubbi.

Contenzioso e processo tributario
Il termine dilatorio va rispettato anche se l’accesso è effettuato presso il detentore delle scritture contabili. E’ questo il principio che si desume dalla lettura di una recente sentenza della Corte di Cassazione.

Contenzioso e processo tributario
Nel caso di accertamento da studio di settore, espletato attraverso il c.d. accertamento a tavolino ma senza un accesso, ispezione o verifica nei confronti della società, non sussiste l’obbligo del contraddittorio.
La violazione della sua instaurazione non comporta l’invalidità dell’atto impositivo, a meno che il contribuente non provi le ragioni che avrebbe potuto far valere in sede di contraddittorio. Lo afferma la Cassazione...

Contenzioso e processo tributario News Fiscali - Commercialista Telematico
Il mancato perfezionamento dell'accertamento con adesione restituisce piena efficacia all'originario accertamento.

Contenzioso e processo tributario Diritto fallimentare IVA
Quali sono i termini che ha il Fisco per accertare un credito in dichiarazione?
Esaminiamo anche il caso dell'istanza di rimborso di credito IVA da parte di un fallimento.

Contenzioso e processo tributario Riscossione dei tributi
E’ noto che dal 1° giugno 2020 ci sia stata la ripresa dell’attività di accertamento dell’Agenzia delle Entrate ed in particolare della notifica ai contribuenti dell’accertamento esecutivo, che può contenere il carico straordinario (ammontare integrale comprensivo di imposte interessi e sanzioni), nell’ipotesi di fondato pericolo per la riscossione.
Il presente contributo analizza, al fine di una efficace difesa del contribuente, gli orientamenti della giurisprudenza tributaria in tema di motivazione e di prova sulla presenza dei presupposti necessari per l’emissione del carico straordinario.

Contenzioso e processo tributario Riscossione dei tributi
La questione oggetto della presente analisi è l’individuazione del rapporto tra l’avviso di addebito (emesso dall’Inps per il recupero di contributi) e l’avviso di accertamento fiscale (emesso dall’Agenzia delle Entrate) e, di conseguenza, il rapporto tra il processo tributario e quello del lavoro.

Contenzioso e processo tributario
L'accertamento anticipato è un argomento che suscita sempre discussioni; in questo articolo un aspetto particolarmente interessante: l’accesso breve del Fisco a fine anno

Contenzioso e processo tributario
Gli avvisi di recupero dei crediti d'imposta hanno natura accertativa e da ciò, sul versante tecnico, discende la conseguenza dell’applicabilità della procedura di accertamento con adesione e della causa di non punibilità?
Agli avvisi di recupero di crediti di imposta va riconosciuta, accanto alla funzione informativa dell'insorgenza del debito tributario, anche un'autonoma natura impositiva, in quanto elementi che concorrono a determinare l'ammontare della pretesa erariale, sicchè ad essi è applicabile la procedura di accertamento con adesione?

Contenzioso e processo tributario News Fiscali - Commercialista Telematico
Il margine deve essere calcolato su un campione attendibile di fatture e devono anche essere indicati i criteri di individuazione del campione.

Contenzioso e processo tributario Immobili & Imposte indirette
Lo Statuto dei Diritti del Contribuente, entrato in vigore il 1° agosto 2000, compie venti anni. E’ una legge importante perché stabilisce principi che devono essere rispettati nei rapporti tra contribuenti e fisco.
Purtroppo, si tratta soltanto di legge ordinaria, che in quanto tale è stata spesso derogata dal legislatore fiscale, come per esempio con gli ultimi tre decreti-legge emanati durante il periodo Covid-19. Per dare maggiore dignità al suddetto Statuto sarebbe necessario inserirlo tra le norme costituzionali, in modo che non sia continuamente derogato.
Un principio importante stabilito dallo Statuto è quello della chiarezza e motivazione degli atti, principio spesso utilizzato dalla Cassazione per l’annullamento degli accertamenti catastali.

Contenzioso e processo tributario
L’Agenzia delle Entrate è intervenuta recentemente sull’obbligo di notifica dell’invito al contraddittorio per gli avvisi di accertamento emessi dal 1° luglio 2020. Quali conseguenze si prospettano in caso di mancato invito al contraddittorio?

Contenzioso e processo tributario Immobili & Imposte indirette Imposta di Registro, Ipotecaria e Catastale
Analizziamo il caso di accertamento di maggiori valori per le transazioni immobiliari: quali sono le armi del Fisco per contestare il prezzo di vendita?

Contenzioso e processo tributario News Fiscali - Commercialista Telematico
L'interrogatorio del contribuente, anche a sorpresa, è valido per la costruzione dell'accertamento fiscale? Le ultime dalla giurisprudenza...

Internazionalizzazione IRPEF
Le presunzioni legali previste dalle norme tributarie, pur non potendo costituire di per sé fonte di prova della commissione del reato, assumono tuttavia il valore di dati di fatto che devono essere valutati liberamente dal giudice penale, unitamente a elementi di riscontro che diano certezza dell'esistenza della condotta criminosa.
In tema di reati tributari è obbligato a presentare una delle dichiarazioni relative alle imposte sui redditi o sul valore aggiunto colui che ha la residenza fiscale in Italia, per tale dovendosi intendere anche chi, pur risiedendo all'estero, stabilisca in Italia, per la maggior parte del periodo d'imposta, il suo domicilio, inteso come la sede principale degli affari ed interessi economici, nonché delle relazioni personali.

Contenzioso e processo tributario
Con una interessante Risoluzione l’Amministrazione finanziaria ha chiarito il ruolo degli enti locali e dei soggetti affidatari della gestione delle loro entrate ai fini della notifica degli atti di accertamento esecutivo anche durante il periodo di emergenza sanitaria da Covid-19.
Alla luce di tale Risoluzione gli enti locali e i soggetti affidatari della gestione delle loro entrate, risultano legittimati alla notifica degli atti di accertamento esecutivo, anche durante il periodo di sospensione, dal momento che quest'ultimo riguarda esclusivamente la fase esecutiva.

Contenzioso e processo tributario
La questione della accertabilità di elementi di costo pluriennali legata all’anno di utilizzo, piuttosto che all’anno di formazione del costo, pareva definitivamente risolta, dopo gli interventi della Cassazione.
Interviene ora sul tema la Cassazione, con una ordinanza interlocutoria di rinvio al Primo Presidente per un eventuale esame da parte delle Sezioni Unite.
Ove dovesse prevalere la tesi preferita in questa ordinanza, e cioè la possibilità di accertamento, in questi casi, senza alcun limite di decadenza temporale, dovrebbe probabilmente intervenire la Corte Costituzionale, per violazione dei diritti dei contribuenti

Riscossione dei tributi
Sospensione fino al 31 agosto dei termini di versamento derivanti da cartelle di pagamento, avvisi di addebito e avvisi di accertamento affidati all’Agente della riscossione.

Contenzioso e processo tributario
La Cassazione interviene sulla legittimità dell'accertamento su socio al 95%, di società a ristretta base azionaria, basato su un atto societario definitivo per omessa impugnazione.
La sua estraneità all'accertamento societario non si ritiene ipotizzabile...

Contenzioso e processo tributario
Il Decreto Cura Italia prolunga di 2 anni i temrini di accertamento e verifica in scadenza al 31 dicembre 2020, in pratica il Fisco potrà procedere fino al 31 dicembre 2022 ad accertamenti degli anni d'imposta 2015 e 2014 in caso di mancata presentazione della dichiarazione. Tale disposizione genera molti dubbi per il suo impatto sulle verifiche fiscali nei prossimi anni e per l'effetto di aumentare il contenzioso tributario.

Contenzioso e processo tributario
Secondo la recentissima prassi del Fisco, si può presentare istanza di accertamento con adesione avvalendosi della sospensione dal 9 marzo 2020 al 15 aprile 2020 in base alle norme del Decreto Cura Italia.
Nell'articolo analizziamo il problema dei pagamenti degli accertamenti esecutivi e del calcolo della sospensione dei termini in caso di accertamento con adesione

Contenzioso e processo tributario Riscossione dei tributi
Il decreto-legge Cura Italia ha introdotto una serie di disposizioni nei settori dei controlli, accertamenti e della riscossione in ambito tributario che, seppure in maniera poco coordinata, introducono sospensioni e differimenti dei termini per far fronte all'emergenza CoronaVirus
Analizziamo le novità, anche mediante l’ausilio di esemplificazioni a supporto di una migliore focalizzazione delle attività da attuare nel prossimo futuro, tenendo conto della sospensione dei termini per le attività di accertamento e riscossione e per il blocco del contenzioso tributario

Contenzioso e processo tributario
Il D.L. 18 del 17 marzo 2020, c.d. Cura Italia, emanato per far fronte all’emergenza Coronavirus, è intervenuto, fra le altre cose, per spostare in avanti una serie di termini che investono i versamenti, gli accertamenti ed il contenzioso.
A seguire è intervenuta anche l'Agenzia delle Entrate, con due circolari, a fornire ulteriori chiarimenti in merito al procedimento dell'accertamento con adesione In questo intervento proviamo a fare il punto proprio sull’accertamento con adesione: come impatta la sospensione straordinaria dei termini sui procedimenti in corso?

News Fiscali - Commercialista Telematico Riscossione dei tributi
Sospensione dei versamenti in scadenza nel periodo dall’8 marzo al 31 maggio 2020 che dovranno poi essere pagati entro il 30 giugno 2020.

Contenzioso e processo tributario Riscossione dei tributi
La conoscenza degli atti a contenuto impositivo e sanzionatorio e degli atti della riscossione, che causano effetti diretti, generalmente svantaggiosi, per i contribuenti, è ad essi garantita attraverso una procedura di formale notifica, finalizzata anche a consentire l’esercizio del diritto di difesa.
La notifica, oltre che a mezzo PEC (grazie alle attuali tecnologie e alla normativa più recente) può avvenire a mezzo posta.
Una recente sentenza della Cassazione ha dichiarato la nullità della notifica dell'avviso di accertamento nel caso in cui la raccomandata informativa non sia stata recapitata al destinatario dichiarato “sconosciuto” all'indirizzo di destinazione, se il messo, all'atto della notifica dell'avviso di accertamento, ne ha constatato l’assenza semplicemente temporanea.
In tale ipotesi, la notifica si considera viziata in quanto non è possibile ritenere che siano stati effettuati tutti gli adempimenti.

Per avere diritto ai benefici fiscali devono essere rispettati i requisiti sostanziali richiesti dalla norma, che richiede un'effettiva attività associativa promozionale dei valori sportivi.

1 2 3 60
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it