Condominio

 
affinché le spese di ristrutturazione del condominio possano essere dedotte dai singoli condomini è necessario che il condominio (anche piccolo: due o tre appartamenti) sia titolare di codice fiscale: nel caso in cui le spese siano state sostenute e il condominio non sia titolare di codice fiscale è necessario che entro il termine di presentazione della dichiarazione dei redditi relativi al periodo di imposta in cui si chiede la detrazione sia presentata all’Agenzia delle Entrate la domanda di attribuzione del codice fiscale del condominio

 
detrazione spese per interventi edilizi nel piccolo condominio; voluntary disclosure: ratificato accordo tra Italia e Svizzera-Principato di Monaco-Santa Sede-Principato del Liechtenstein; no all’accertamento induttivo per la ricarica media del settore difforme; transfer pricing: é possibile finanziare la controllata; voluntary disclosure: nuova circolare delle Entrate; come esercitare l’attività di commercio elettronico diretto con il regime fiscale di vantaggio; patent box, pronto il decreto di attuazione con le modalità applicative; precisazioni dell’INPS sulla procedura di pagamento della NASpI; fatturazione elettronica: dal 2016 software dalle Entrate; aliquota IVA applicabile alla cessione di carni di quaglia congelate

 
i quesiti applicativi: 1) se sia possibile per il singolo condomino effettuare pagamenti per contanti oltre la soglia limite di euro 999,99; 2) se il pagamento di più rate di oneri, singolarmente inferiori al limite di Euro 1.000,00 ma complessivamente eccedenti tale soglia, possa essere effettuato per contanti; 3) se il riversamento degli incassi, effettuati dall’incaricato alla riscossione degli oneri, debba soggiacere alle medesime limitazioni vigenti (Vito Dulcamare e Massimiliano De Bonis)

 
la gestione del Registro dell'anagrafe condominiale prevede molti adempimenti per l'amministratore condominio; ricordiamo che la mancata comunicazione dei dati legittima l’amministratore ad addebitare le spese al condòmino inadempiente