Federico Gavioli

 
nel primo numero di Fiscus del 2017 è d'obbligo puntare il mouse sulla Legge di bilancio: la contabilità per cassa, la riapertura della voluntary, il nuovo spesometro, la scomparsa degli studi di settore, le agevolazioni contributive, i provvedimenti per l'edilizia...

 
 
In attesa della videconferenza del prossimo 15 dicembre presentiamo un numero di Fiscus completamente dedicato alle novità della Legge di Bilancio ed al collegato decreto sulle Semplificazioni Fiscali (anche se il decreto semplifica ben poco): la manovra di fine 2016 presenta un impatto molto forte sul mondo contabile fiscale e, probabilmente, obbligherà a variare in maniera definitiva i calendari di lavoro degli studi professionali

 
finalmente sono stati allineati i termini per la presentazione di dichiarazioni integrative correttive: dopo il recente decreto Legge anche l’integrativa a favore del contribuente, come già accade per quella a sfavore, può essere presentata entro cinque anni (aunnalità dal 2015 in poi) o entro quattro anni (annualità dal 2011 al 2014)

 
è scaduto il termine di presentazione dell’invio telematico della dichiarazione dei redditi UNICO 2016; occorre ricordare che il reato di omessa presentazione non avviene allo scadere di tale termine ma dopo novanta giorni e, quindi, dopo il prossimo 29 dicembre