Angelo Fiori

 
valutare un'azienda in fase di crisi è estremamente complesso in quanto occorre adattare i principi generali di valutazione alla particolare fase di vita dell'azienda; in questa articolo puntiamo il mouse sulle criticità da affrontare e proponiamo alcuni spunti per una corretta valutazione

 
è sempre più facile doversi misurare con la gestione della crisi d'impresa; spesso il compito del professionista è quello di ristrutturare e rilanciare l'impresa o di accompagnarla verso una liquidazione indolore (quando possibile); per arrivare a questi obiettivi è importante sapere riconoscere i sintomi al loro primo manifestarsi

 
nel mese di luglio 2015 sono stati emessi dall’Organismo Italiano di Valutazione i Principi Italiani di Valutazione che entreranno in vigore per le valutazioni effettuate a partire dal prossimo gennaio 2016

 
pubblichiamo una breve guida ai calcoli matematici che servono per valutare onerosità e fattore di rischio degli strumenti finanziari: valore attuale di una rendita, tasso interno di rendimento TAN e TAEG, il fattore inflazione e il fattore cambio, valutazione investimenti, altri metodi, analisi di sensitività e costruzione di scenari alternativi, utilizzo del CAPM (Capital asset pricing model)...