Contabilità semplificate per cassa: prime istruzioni operative e prime valutazioni di convenienza


spesometroLa norma ormai c’è… Anche le imprese in contabilità semplificata determinano il reddito per cassa, secondo il novellato art 18 del D.P.R. 600/73. Inutile farne questioni di opportunità su cosa sarebbe stato meglio o cosa avremmo voluto…. Prendiamone atto ed affrontiamo serenamente le scelte per il 2017. Forse la cosa non è poi così tragica….

Le valutazioni da fare:

Dilemma n. 1 (l’unico, in verità; il resto va di conseguenza)

Restare in Semplificata o passare in Ordinaria?

(In alcuni casi, conviene passare sin dal 1 gennaio 2017 alla contabilità ordinaria.

Si pensi alle immobiliari, per esempio, con beni merce in rimanenza, il cui passaggio alla contabilità ordinaria appare di semplice realizzazione e di indubbio vantaggio per la prosecuzione dell’imposizione di competenza; ma esistono altre casistiche da valutare con attenzione):

  • No, resto in semplificata e… vado avanti
  • Si, passo in ordinaria. Dal 1 gennaio istituisco il Libro Giornale

Mi posso attrezzare, ai fini delle imposte dirette, in tre modi diversi, secondo quanto previsto dal nuovo art 18 del DPR 600/73:

  • Registro degli incassi e pagamenti (RIP)
  • Registri Iva integrati (RII)
  • Registri Iva con opzione comma 5 art 18. (RIc5)

Quale sistema scegliere? 

Non c’è il sistema perfetto che vada bene per tutti; il vestito va adattato al proprio corpo, ma basta prendere bene le misure e poi calza a pennello…

Continua a leggere nel PDF…


Partecipa alla discussione sul forum.